La scuola terremotata di Muccia, nelle Marche
La scuola terremotata di Muccia, nelle Marche

Milano, 18 aprile 2019  - Non solo moda baby, abiti e accessori per vestire l’infanzia, a Pitti Bimbo che dal 20 al 22 giugno prossimo festeggerà a Firenze in Fortezza da Basso l’edizione numero 89. Ma un Salone che guarda sempre più al lifestyle, alle esigenze anche abitative del bambino, ai giochi intelligenti, alla letteratura che educa alla vita, alle mostre culturali e fotografiche che guardano al bisogno di integrazione tra le genti. Oggi presentazione del ricco Calendario di Pitti Bimbo al Teatro Gerolamo con Raffaello Napoleone, Ceo di Pitti Immagine, Agostino Poletto Direttore generale e Giuliana Parabiago consulente Marketing & Comunicazione.

In Fortezza 560 collezioni, 337 provenienti dall’estero (il 60% del totale) che attendono di essere viste da 5.350 compratori internazionali e da oltre 10.000 visitatori complessivi per la collezioni dell’estate 2020. Grande la novità dell’apertura di uno spazio di 6.000 al Top Floor della Fortezza con la piattaforma The Kid’s Lab! a tutta creatività e innovazione con l’allestimento di Storage per le sezioni KidzFIZZ, #Acrivelab, The Next EcoEthic e Kid’s Evolution quest’ultima sezione ideata in esclusiva per Pitti Bimbo da Alessandro Enriquez.

La linea junior di Emporio Armani

Per la prima volta il Gruppo Armani ha deciso di partecipare alla manifestazione organizzata da Pitti Immagine con la linea junior di Emporio Armani, alla Sala della Scherma.

“La congiuntura non è straordinaria - spiega l’amministratore delegato Raffaello Napoleone - ma a Firenze vengono 558 marchi! E noi ne siamo molto soddisfatti. L’Italia sta soffrendo nei consumi per la congiuntura ma anche per il calo delle nascite. Dal 2014 al 2017 sono nati -45.000 bambini. Dal 2008 al 2018 le nascite sono calate di 120.000 unità. Noi però siamo positivi e se il mercato russo si contrae pensiamo all’India”. 

Fra le iniziative di maggior significato del Salone la mostra sulla ricostruzione della scuola dell’infanzia ed elementare di Muccia, paese terremotato nelle Marche nel 2016, realizzata dalla Fondazione Andrea Bocelli col sostegno della maison di alta gioielleria e orologeria Chopard impegnata in progetti educativi sulla sostenibilità. “Lavoriamo con Eco-Age e con Livia Firth per questo laboratorio sulla sostenibilità alla scuola di Muccia - spiega Simona Zito, direttore generale Chopard Italia - e realizzeremo un Decalogo sulla sostenibilità dedicato ai più piccoli. Saranno regole semplici e importanti. Siamo felici della collaborazione con la Fondazione di Andrea e Veronica Bocelli e nella mostra a Pitti Bimbo mostreremo il viaggio per la realizzazione della scuola che ha richiesto 150 giorni”.