Scritte a mano tra i 12 e i 13 anni, con un cordoncino di cotone viola per tenerle legate, le pagine finora inedite del primo libro di Lia Levi sono state ritrovate per caso dalla scrittrice il 25 aprile 2021, nascoste tra le pieghe di un diario della madre, sepolto in un cassetto. Lia Levi che proprio oggi compie 90 anni e da bambina ha vissuto l’esperienza delle persecuzioni contro gli ebrei, porta in libreria questa storia in venticinque fogli di carta ingiallita per Piemme-Il Battello a Vapore. Il titolo è quello originale Dal pianto al sorriso, con la riproduzione anastatica del manoscritto, un dialogo immaginario tra la scrittrice di oggi e quella di ieri e con le delicate illustrazioni di Carla Manea.