Veduta di Pollica (Legambiente)
Veduta di Pollica (Legambiente)

Roma, 12 giugno 2019 - Presentata stamane a Roma la guida annuale Legambiente e Touring Club Italia97 i comprensori turistici individuati sulla base dei dati raccolti da Legambiente sulle caratteristiche ambientali e sulla qualità dell'ospitalità. I dati sono stati integrati dalle valutazioni espresse dai circoli locali e dall'equipaggio della Goletta Verde.

Le regine del mare italiano

Incoronate come regine del mare del 2019: Sardegna, Cilento e Maremma. Il mare più premiato è il Tirreno dove le ambite cinque vele sono state assegnate a ben sette comprensori. Nella classifica delle Regioni la Sardegna è al primo posto, con cinque litorali al massimo del punteggio, seguono Sicilia, Puglia, Campania e Toscana. La mappa dei migliori mani nostrani- oltre al Cilento antico guidato da Pollica, la Maremma con Castiglione e la Baronia di Posada e il Parco di Tepilora, prosegue così: il Litorale di Chia con Domus De Maria (sud Sardegna), Baunei (Nu), l'Alto Salento Jonico guidato da Nardò (Le), la Planargia con Bosa (Or), la Costa d'Argento e l'Isola del Giglio (Gr), le Cinque Terre guidate da Vernazza (Sp), l'isola di Pantelleria (Tp), la Gallura Costiera e l'area marina protetta di Capo Testa Punta Falcone guidata da Santa Teresa di Gallura (Ss), la Costa del Mito e l'area marina protetta Coste degli Infreschi e della Masseta con da San Giovanni a Piro (Sa), l'Alto Salento adriatico guidato da Melendugno (Le), la costa del parco agrario degli ulivi secolari con Polignano a Mare (Ba), il litorale trapanese nord con San Vito lo Capo (Tp) e l'isola di Ustica (Pa). 

L'assegnazione delle vele

Il giudizio attribuito a ciascun comprensorio va dalle 5 vele assegnate ai migliori fino a 1 vela. I parametri sono divisi in due principali categorie: qualità ambientale e qualità dei servizi ricettivi. Così, vi saranno zone naturalisticamente più significative dei premiati con le 5 vele, ma con servizi turistici non eccellenti. Altri comprensori possono contare su località con strutture ricettive impeccabili in aree dove però mare e coste sono state più compromesse.

I laghi premiati

Non manca una sezione dedicata alle località del turismo lacustre. Il Trentino-Alto Adige è la regione al top per numero di comprensori fra i primi classificati, con tre laghi dei sette a cinque vele: il lago di Molveno, quello di Fiè e quello di Monticolo. Cinque vele anche per il lago dell'Accesa, in Toscana, quello di Avigliana grande, in Piemonte, il lago del Mis in Veneto e la riva occidentale del lago di Garda.

Il mare e i comuni plastic free

Negli ultimi mesi è stata assegnata anche la bandiera Tartalove agli stabilimenti che adottano per la propria attività sull'arenile criteri rispettosi di eventuali siti di nidificazione di tartarughe marine. E l'etichetta Ecospiagge per tutti, il marchio coniato da Legambiente e Village for All per gli stabilimenti che abbiano saputo mettere in atto misure di sostenibilità e di inclusività che consentano un accesso al mare anche ai meno abili. Infine, la decisione di alcuni comuni adriatici di vietare il fumo di sigaretta sulle loro spiagge e l'iniziativa della Regione Puglia che bandisce la plastica monouso su tutti suoi lidi. Quest'anno entra nella guida un nuovo simbolo: è quello dei comuni 'plastic free', cioè che hanno adottato misure per ridurre la plastica monouso sul proprio territorio. Segnalate e premiate queste 32 realtà all'avanguardia che hanno anticipato sui tempi la direttiva europea sul monouso, approvata a fine marzo. Si tratta di: San Vito Chietino (Ch), Maratea (Pz), Castellabate (Sa), Pollica (Sa), Capri (Na), Ischia (Na), Sperlonga (Lt), Riomaggiore (Sp), Vernazza (Sp), Bordighera (Im), Otranto (Le), Isole Tremiti (Fg), Carloforte (Sud Sardegna), Domus de Maria (Sud Sardegna), Realmonte (Ag), Capo d'Orlando (Me), Taormina (Me), Favignana (Tp), Noto (Sr), Malfa (Me), Santa Marina Salina (Me), Lampedusa e Linosa (Ag), San Vito lo Capo (Tp), Pantelleria (Tp), Campo nell'Elba(Li), Capoliveri(Li), Marciana Marina (Li), Porto Azzurro (Li), Castiglione della Pescaia (Gr), Follonica (Gr), Scarlino (Gr), Chioggia (Ve).