Mercoledì 29 Maggio 2024

Kate Middleton e le altre reali: le malattie e i momenti più difficili

Tra il 2021 e il 2022 la principessa Charlène di Monaco ha avuto vari problemi a causa di un’infezione a naso, gola e orecchie

Le famiglie reali del mondo suscitano spesso reazioni contrastanti: da un lato si tratta di persone, ruoli e obblighi estremamente lontani dalla quotidianità della gente comune, provocando anche una certa respingenza, dall’altro possono interessare proprio per questo, per immaginare dinamiche e contesti che, in apparenza e negli aspetti più fiabeschi di castelli, gioielli e cerimonie faraoniche, fanno un po’ sognare. Tuttavia, di fronte a lutti, malattie e altre prove difficili della vita, anche le teste coronate che appaiono lontane anni luce sembrano più vicine a tanti percorsi esistenziali di chi non ha nemmeno una goccia di sangue blu. Perché certe sofferenze possono colpire davvero chiunque.

Kate Middleton

Principesse coraggiose: Kate e le battaglie delle altre
Principesse coraggiose: Kate e le battaglie delle altre

Lo si è visto di recente con Catherine Middleton, la principessa del Galles che, dopo un lungo silenzio, che ha dato adito anche a congetture e teorie bizzarre, alimentate da alcuni clamorosi errori di comunicazione del Palazzo, ha annunciato che purtroppo è malata di cancro. A gennaio la Middleton è stata operata all’addome, per un problema ancora non specificato, e successivamente è arrivato il triste e preoccupante verdetto. Il primo pensiero di Catherine e del marito William, erede al trono d’Inghilterra, è stato come comunicare tutto ciò ai figli, George, Charlotte e Louis, prima di spiegare al mondo che cosa stava succedendo. Dopo queste rivelazioni, che la principessa ha fatto in un video commovente diffuso non appena i suoi bambini hanno cominciato le vacanze pasquali, molte persone che avevano fatto anche ironia sui social riguardo alla scomparsa dai radar di Kate e a suoi avvistamenti misteriosi hanno voluto scusarsi e tanti altri hanno compreso meglio i motivi che hanno spinto i principi del Galles al massimo riserbo e discrezione.

Charlène di Monaco

Da poco è tornata a sorridere, Charlène di Monaco. Ma nel 2021 la principessa, moglie di Alberto II, ha dovuto restare sei mesi lontana dal principato, bloccata in Sudafrica, a seguito di un'infezione otorinolaringoiatrica, e ha subito diverse operazioni, anche per successive complicazioni. Durante quel periodo sono emerse anche speculazioni riguardo al matrimonio tra Alberto e Charlène. Il principe ha spiegato alla rivista ‘People’ che non si trattava né di un tumore né di Covid, tantomeno di una crisi di coppia, ma di un problema di salute di altro tipo che la principessa si stava curando. Charlène, poi, è tornata a Monaco nel novembre 2021, ma subito dopo ha lasciato il Principato. Secondo indiscrezioni, sarebbe stata ospitata per qualche mese in una clinica svizzera. È tornata a farsi vedere pubblicamente nel maggio 2022, al Campionato del Mondo di Formula E della ABB FIA a Monaco.

Mette-Marit di Norvegia

Qualche anno fa, prima della pandemia, a causa di alcuni problemi di salute, la principessa ereditaria norvegese Mette-Marit ha dovuto porre un freno ai suoi doveri reali e a presenziare molto meno agli eventi istituzionali. Nell’autunno del 2018 alla principessa è stata diagnosticata la fibrosi polmonare, una patologia cronica che comporta, tra i vari sintomi, difficoltà a respirare, tosse e spossatezza. Nel 2019, ha detto alla rete televisiva NRK: “Sono più esausta rispetto a prima”. E ha dichiarato: “Oggi devo prendermi più cura di me stessa di quanto non facessi in precedenza”.

Vittoria di Svezia

La principessa ereditaria Vittoria di Svezia, della casa dei Bernadotte, ha parlato apertamente dei disturbi alimentari che l’hanno afflitta da adolescente. Quando aveva vent’anni Vittoria ha ritardato un po’ l’inizio degli studi universitari perché è andata oltreoceano per potersi curare. Nel 2017, in occasione del suo quarantesimo compleanno, la figlia di re Carlo XVI Gustavo e della regina consorte Silvia (nata Sommerlath) ha parlato del suo disturbo in un programma sul canale svedese TV4. Ha dichiarato Vittoria: “Negli Stati Uniti ho ricevuto aiuto professionale, che è stato davvero importante per me”. Ha spiegato: “Volevo sempre fare molto di più di quanto potessi fare o essere”.