Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
11 giu 2022

Justin Bieber: "Ho una paralisi facciale". Il video. Sindrome di Ramsay Hunt: cos'è

Il cantante ai fan su Instagram: "Devo cancellare il tour. Non riesco più a chiudere una palpebra"

11 giu 2022

Roma, 11 giugno 2022 - Justin Bieber è stato costretto a cancellare le date del tour per la sindrome di Ramsay Hunt e paralisi facciale temporanea: è stato il cantante stesso a spiegare, su Instagra, quello che gli è successo. La pop star 28enne ha mostrato in un video di 3 minuti che non riesce più a chiudere una palpebra, quella dell'occhio destro, e che lo stesso lato del volto è praticamente immobilizzato. La sindrome di Ramsay Hunt è una complicazione del fuoco di Sant'Antonio che può portare a una paralisi facciale temporanea e alla perdita dell'udito, che possono diventare permanenti in rari casi. L'artista aveva annunciato martedì che doveva cancellare i prossimi spettacoli del suo Justice World Tour, "a causa di problemi sanitari non legati al Covid". Gli ultimi mesi non sono stati facili per la popstar: a marzo la moglie, Hailey, a cui è legatissimo, è stata ricoverata in ospedale per un piccolo coagulo di sangue nel cervello. L'anno scorso Bieber aveva fatto sapere di aver contratto il morbo di Lyme, una malattia causata dalla puntura di una zecca diffusa in molti Stati Usa, che si era sovrapposta a una mononucleosi cronica. 

Cos'è la sindrome di Ramsay Hunt

La sindrome di Ramsay Hunt è una patologia neurologica causata dalle conseguenze dell’infezione da virus Herpes Zoster. Questo virus paralizza i nervi del volto e forma vesciche sull’orecchio esterno e interno, vicino al naso e alla bocca. A seconda delle caratteristiche che la compongono, si possono riconoscere 3 tipi di sindrome.

Tra i sintomi più comuni ci sono: paralisi dei muscoli facciali sul lato colpito dall’infezione transitoria o permanente, sfoghi, eruzioni cutanee e vesciche intorno all’orecchio, vertigini, secchezza oculare, perdita dell'udito, può essere permanente oppure risolversi parzialmente o completamente, cambiamenti nella sensazione del gusto, dolore all'orecchio. La prognosi è buona per ciò che riguarda le lesioni cutanee, ma variabile per la paralisi periferica del nervo facciale.

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?