La firma del protocollo
La firma del protocollo

Anche i cartoni animati giocano un ruolo nelle relazioni internazionali? Un po' sì, visto che proprio nei giorni in cui le tensioni tra Italia e Francia si allentavano è stato firmato uno storico accordo tra i produttori italiani di animazione (Cartoon Italia), quelli francesi (SPFA) e il Pole Magelis di Angoulême (Francia), il primo polo europeo di sviluppo economico della filiera dell’audiovisivo digitale - animazione, videogiochi, immagine digitale, realtà virtuale e fumetto.  L'accordo (siglato durante il Cartoon Forum di Tolosa) prevede azioni e progetti comuni. Un'intesa importante per l'animazione italiana con una realtà produttiva come quella francese che è nettamente leader in Europa e ai primi posti nel Mondo. 

"L’industria dell’animazione italiana - commenta Anne Sophie Vanhollebeke, presidente di Cartoon Italia - ha davanti a sé nuove e numerose possibilità di sviluppo che si ampliano continuamente con l’evoluzione delle tecnologie. L’accordo strategico con il Pole Magelis di Angoulême  e il SPFA  è un’alleanza che permetterà scambi a livello formativo, tecnologico e produttivo per sviluppare nuovi contenuti o formati creativi e favorire l’inserimento dei giovani con competenze artistiche e tecnologiche nel mondo produttivo".