Saranno messi in vendita domani alle 15 a Firenze, nella sede di Pananti Casa d’Aste, 24 disegni a tempera e inchiostro su carta dello scrittore tedesco naturalizzato svizzero Hermann Hesse (1877-1962), ognuno dei quali stimato 3.000-5.000 euro. La raccolta proviene da una collezione privata.

Oltre che autore di celebri romanzi, tra cui Siddharta, il Premio Nobel della Letteratura 1946 fu anche un pittore. L’arte per Hesse fu anche un mestiere, ma non erano i guadagni a spingerlo verso i colori e le tele, semmai una ricerca filosofica e interiore. Hermann Hesse, nella sua vita, creò oltre tremila acquerelli: erano paesaggi, oggetti, autoritratti, frammenti della natura che usava, molto spesso, per illustrare i suoi stessi libri.