Gli arti inferiori sono messi a dura prova dal caldo che, dilatando i vasi sanguigni superficiali, rallenta la circolazione e produce sovraccarico venoso, ristagno del sangue, gonfiore. Le donne, soprattutto con l’avanzare dell’età, sono i soggetti più a rischio. Ma i danni possono essere limitati svolgendo regolare attività fisica, bevendo molta acqua, tenendo d’occhio l’alimentazione, vestendosi con abiti comodi e mantenendo le gambe sollevate. Se ciò non basta si valuti la contenzione elastica soprattutto se chi lavora lo fa in posizione ortostatica (ma se il caldo è eccessivo l’utilizzo ne è impedito) o adottare integratori drenanti. Tra gli ingredienti vegetali più indicati, la betulla che elimina tossine e liquidi in eccesso, la gramigna (depurativa), il tè, ricco di antiossidanti e ideale per l’eliminazione di sodio, cloro, acido urico, l’equiseto, in grado di contrastare anche la cistite, la bromelina.