Venerdì 14 Giugno 2024
EVA DESIDERIO
Magazine

Fiorucci che rilancio!. Herno a tutta freschezza

Fiorucci che rilancio!. Herno a tutta freschezza

Fiorucci che rilancio!. Herno a tutta freschezza

La sfida è altissima, rilanciare il marchio Fiorucci, creato dal visionario Elio Fiorucci alla fine degli anni Sessanta e diventato l’emblema felice di una moda che ha vestito le generazioni, fino alla morte nel 2015 di questo genio dell’italian style. Dopo di lui il marchio è passato di mano più volte e ora in occasione della Milano Fashion Week viene riproposto con note gioiose e allegre, in un’ironia tagliata su generazioni che non sanno nemmeno chi sia satto Elio e cosa raccontasse la sua moda anticonformista, colta in modo moderno tanto da intrigare anche Andy Warhol. E proprio uno dei suoi disegni, a banane mature, ricompare ora nella collezione del brand acquistato al 100% da Dora Bertarelli, imprenditrice della dinastia dei famosi farmaceutici, che ha scelto Francesca Murri come direttore creativo.

Francesca ha grande esperienza perché ha lavorato da Gucci, Ferragamo, Etro, Versace e Armani e la sua grande energia creativa l’ha usata per tracciare le linee di una collezione non ampia ma tutta intercambiabile tra uomo e donna, spiritosa e sexy, con orecchini a forma di ala di cristalli o che ricordano i lecca lecca, borse simpatiche come la ’Mella bag’ che somiglia a una caramella, t-shirt con scritte storiche tipo ’Fiorucci ti ama così come sei’ e vestiti leggeri rossi o turchesi di maglina che aderiscono al corpo, occhiali a forma di cuore, e body nero trasparente per lui che all’occorrenza lei gli può rubare.

Alla Milano Fashion Week i compratori affollano gli showroom dei marchi forti del made in Italy come Herno, di cui è proprietario e presidente Claudio Marenzi. Le sue collezioni donna rappresentino il 60% del fatturato, che in questo 2023 arriverà a 180 milioni di euro dai 153 del 2022. "Ormai siamo un total look, molto curato, che punta su capispalla raffinati come i nostri trench in gabardine col tessuto logato con la H", racconta, mentre mostra un bel bomberino di sangallo e una tuta cargo. La camicia over è garzata, e viste le alte temperature di questi tempi regala subito un senso di freschezza.

Altra bella storia del Made in Italy quella di Santoni, brand di alta calzatura nel cuore delle Marche con l’intuizione e il coraggio del fondatore Andrea Santoni, al quale il figlio Giuseppe, oggi presidente e ad, ha dedicato il mocassino da donna ’Andrea’, adatto anche da sera in vernice nera, con nappine in strass. Saverio Moschillo con la figlia Alessandra hanno presentato le novità femminili di Husky da Cova. La fantasiosa J.J.Martin disegna incredibili fantasie che solo gli artigiani di Como riescono a realizzate ha sfilato invece sotto le tende di un circo dei sogni.