Martedì 25 Giugno 2024
PATRIZIA TOSSI
Magazine

Guida al Festival di Venezia 2023: quanto dura, film italiani e in concorso. Il programma completo

Tutto pronto per il gran galà del 30 agosto: ecco quanto dura. Madrina, ospiti attesi, giuria e film italiani in gara. Le Giornate degli Autori e la Settimana della Critica

Venezia, 29 agosto 2023 – Italia in prima fila all’80esima edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, che quest’anno sarà guidata dal filo rosso della creatività tricolore. Sei film italiani in concorso e un red carpet con poche star americane, visto lo sciopero di attori e sceneggiatori che da mesi sta paralizzando Hollywood. Venezia 80’ verrà inaugurata domani, mercoledì 30 agosto

Il Palazzo del Cinema e il manifesto di 'Venezia 80'
Il Palazzo del Cinema e il manifesto di 'Venezia 80'

Sarà Pierfrancesco Favino ad aprire il Venezia 80 con il film ‘Comandante’ di Edoardo De Angelis, la storia intensa e coraggiosa di un valoroso ufficiale che salva in mare 26 naufraghi belgi a costo di finire davanti alla Corte marziale tedesca. ’è la regista Liliana Cavani tra i ‘Leone d’Oro alla Carriera’ e, non ultimo, anche un italiano tra i favoriti: ‘Enea’ di Castellitto Jr. Ecco tutto quello che c’è da sapere su Venezia 2023.

Quanto dura il Festival 

Si parte il pomeriggio con le sezioni ‘Orizzonti’ e ‘Fuori Concorso’, oltre alle rassegne parallele le Giornate degli Autori (prima volta senza il presidente Andrea Purgatori) e la Settimana della Critica. Premiazioni nella serata finale di sabato 9 settembre. Madrina 2023 sarà la Bond Girl Caterina Murino. Stasera (martedì 29 agosto) grande anteprima con Gina Lollobrigida: doppia proiezione con ‘Portrait of Gina’ di Orson Welles e ‘La provinciale’ di Mario Soldati.

Ospiti: i vip sul red carpet

A causa dello sciopero che impedisce agli attori di Hollywood di promuovere i film, a Venezia non ci sarà Bradley Cooper – di cui verrà presentato in concorso ‘Maestro’, sulla vita di Leonard Bernstein – e probabilmente Woody Allen, fuori concorso con ‘Coup de chance’.

Ci saranno invece la regista Sofia Coppola per il film sulla moglie di Elvis Presley, ‘Priscilla’, e il collega Michael Mann per il film sul grande Enzo, ‘Ferrari’, insieme ai protagonisti Adam Driver e Penelope Cruz. Oltre a Driver la star americana più attesa è Jessica Chastain, protagonista di ‘Memory’ di Michel Franco: i due attori hanno avuto una deroga dal sindacato perché protagonisti di film indipendenti.

Leone d’Oro alla Carriera

Ancora l’Italia protagonista della prima serata con il ‘Leone d’Oro alla Carriera’ assegnato alla regista e sceneggiatrice Liliana Cavani, che a 90 anni sarà Venezia (fuori concorso) con ‘L’ordine del tempo’. Altro Leone alla carriera è stato assegnato all'attore honkongese Tony Leung Chiu-Wai, 61anni, protagonista di tre opere premiate a Venezia: Città dolente (1989) di Hou Hsiao-hsien, Cyclo (1995) di Tran Anh Hung e Lust, Caution (2007) di Ang Lee.

Le opere più attese

I cinefili non vedono l’ora di scoprire in concorso il nuovo film di Yorgos Lanthimos, ‘Povere creature’, quello di David Fincher ‘The Killer’, e ‘El Conde’, in cui Pablo Larrain presenta Pinochet sotto forma di vampiro. La pattuglia dei francesi è guidata da Luc Besson con ‘Dogman’, mentre Léa Seydoux accompagnerà il film di Betrand Bonello ‘La bête’. Intanto i film di due grandi vecchi fuori concorso, Roman Polanski e Woody Allen, ‘The Palace’ e ‘Coup de Chance’, sono già attesi in sala dal pubblico italiano a settembre.

Grande attesa per ‘Io capitano’ di Matteo Garrone, che ripercorre l`odissea di due ragazzi senegalesi che sognano di arrivare in Italia, e per il nuovo film di Saverio Costanzo, ‘Finalmente l`alba’, ambientato negli anni Cinquanta a Cinecittà, vista da una ragazza che si avvicina per la prima volta al cinema. Favino è protagonista anche di un altro film italiano in concorso, ‘Adagio’ di Stefano Sollima, mentre Pietro Castellitto è in gara per il Leone d’oro con il suo secondo film da regista, ‘Enea’, e Giorgio Diritti con ‘Lubo’.

Film in concorso

Sono 23 i film quest’anno in concorso, di cui 6 italiani. Le regole sono chiare: per essere ammesse, le opere devono essere inedite ed essere state realizzate (o finite) nel corso dell’ultimo anno. Ecco la lista competa dei film che si contenderanno gli ambiti leoni: COMANDANTE di Edoardo De Angelis (film d'apertura) – BASTARDEN (The Promised Land) di Nikolaj Arcel – DOGMAN di Luc Besson – LA BÊTE di Bertrand Bonello – HORS-SAISON di Stéphane Brizé – ENEA di Pietro Castellitto – MAESTRO di Bradley Cooper – PRISCILLA di Sofia Coppola – FINALMENTE L'ALBA di Saverio Costanzo – LUBO di Giorgio Diritti – ORIGIN di Ava DuVernay – THE KILLER di David Fincher – MEMORY di Michel Franco – IO CAPITANO di Matteo Garrone – AKU WA SONZAI SHINAI (Il Male non esiste) di Ryusuke Hamaguchi – ZIELONA GRANICA (Il Confine Verde) di Agnieszka Holland – DIE THEORIE VON ALLEM di Timm Kröger – POOR THINGS (Povere Creature!) di Yorgos Lanthimos – EL CONDE di Pablo Larraín – FERRARI di Michael Mann – ADAGIO di Stefano Sollima – KOBIETA Z di Małgorzata Szumowska e Michał Englert – HOLLY di Fien Troch.

Film fuori concorso

Come ogni anno, nei prossimi giorni a Venezia verranno presentati anche “lavori di autori affermati” dalla “dimensione spettacolare e originalità espressiva”, come spiegano gli organizzatori, ma che non concorrono ai premi. Quest’anno sono: Coup de chance, di Woody Allen – The wonderful story of Henry Sugar, di Wes Anderson – The Penitent. A rational man, di Luca Barbareschi – La Sociedad de la nieve, di J.A. Bayonca – L’ordine del tempo, di Liliana Cavani – Vivants, di Alix Delaporte – Daaaaaali!, di Quentin Dupieax – The Caine mutiny court. Martial, di William Friedkin – Making of, di Cédric Kahn – Aggro Dr1ft, di Harmony Korine – Hit man, di Richard Linklater – The Palace, di Roman Polanski – Xue Bao, di Pema Tseden.

Film italiani

Sei le pellicole targate ‘made in Italy’. Mercoledì 30 agosto aprirà la mostra ‘Comandante' di Edoardo De Angelis, con Pierfrancesco Favino. Un posto d’onore assegnatogli dalla giuria di Alberto Barbera dopo il forfait di Luca Guadagnino con il suo ‘Challengers’, con Zendaya protagonista, ritirato dopo lo slittamento dell'uscita nelle sale al prossimo anno. A seguire, in concorso anche i film di Pietro Castellitto con ‘Enea’ – che dirige tra l’altro il papà Sergio e se stesso in un’abbinata vincente – Saverio Costanzo con ‘Finalmenet l’alba’ , Giorgio Diritti con ‘Lubo’, Matteo Garrone con ‘Io capitano’ e Stefano Sollima con ‘Adagio’.

Programma in Pdf

Sezioni e premi

La selezione ufficiale comprende le sezioni Venezia 80, Fuori Concorso, Orizzonti, Orizzonti Extra, Biennale College Cinema e Venezia Classici. In più ci saranno le sezioni parallele, organizzate in modo autonomo, la Settimana Internazionale della Critica e le Giornate degli Autori.

La giuria del Concorso di Venezia 80 assegnerà, senza possibilità di ex equo, il Leone d’Oro per il miglior film, il ‘Leone d’Argento - Gran Premio della Giuria’, il Leone d’Argento per la migliore regia, la Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile, la Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile, il Premio Speciale della Giuria, il Premio per la migliore sceneggiatura e il Premio Marcello Mastroianni a un giovane attore o attrice emergente.

Madrina del Festival: Caterina Murino

L’attrice cagliaritana Caterina Murino aprirà la Mostra del cinema nel prestigioso ruolo di madrina. Sarà la conduttrice delle due serate più importanti. Il galà di apertura, mercoledì 30 agosto, poi la vedremo di nuovo sotto i riflettori per la cerimonia di chiusura di sabato 9 settembre. Gli occhi del mondo saranno puntati su di lei quando annuncerà i Leoni e gli altri premi ufficiali. Ecco chi è la madrina del Festival di Venezia 2023.

Le Giornate degli Autori

È arrivata alla 20esima edizione la rassegna parallela delle Giornate degli Autori, che si tiene dal 30 agosto al 9 settembre. Filo conduttore sarà la mostra ‘Manifesti da salvare’. Sarà la prima edizione senza il giornalista scomparso Andrea Purgatori, presidente delle Giornate. Sotto la direzione artistica di Gaia Furrer, verranno presentati 10 film in concorso, 7 eventi speciali nella selezione ufficiale, 8 titoli per le ‘Notti Veneziane’, una serata dedicata a Jean-Marc Vallée e al cinema del Québec, e 4 proiezioni speciali in Sala Laguna alla Casa degli Autori.

Settimana della Critica

La Settimana Internazionale della Critica (SIC) è una sezione autonoma organizzata dal Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani. La selezione è composta da sette opere prime in concorso e tre eventi speciali fuori concorso. Qui il programma della 38esima edizione.