Venerdì 19 Luglio 2024
PATRIZIA TOSSI
Magazine

Madrina Festival Venezia 2023, chi è Caterina Murino: dal concorso di Miss Italia a Bond Girl

La 45enne cagliaritana sognava di fare il medico. Bloccata al test universitario, si iscrive al concorso di bellezza più famoso e da lì inizia la sua carriera. Dove ha recitato e cosa farà all’80esima Mostra del cinema

Caterina Murino

Caterina Murino

Dalle passerelle di bellezza a Bond Girl e poi madrina al festival di Venezia 2023. È una carriera tutta in ascesa quella della 45enne Caterina Murino, l’attrice cagliaritana che quest’anno aprirà la Mostra del cinema nel prestigioso ruolo di madrina: “È un immenso onore e una grande responsabilità, mi impegnerò con tutta me stessa per esserne all’altezza”.

Murino sarà la conduttrice delle due serate più importanti. La prima sarà mercoledì 30 agosto per l’inaugurazione dell’80esima edizione del festival, poi la vedremo di nuovo sul palco della Sala Grande del Palazzo del Cinema del Lido per la cerimonia di chiusura di sabato 9 settembre. Gli occhi del mondo saranno puntati su di lei quando annuncerà i Leoni e gli altri premi ufficiali.

Approfondisci:

Festival di Venezia 2023, cosa c’è di nuovo: programma, biglietti e ospiti

Festival di Venezia 2023, cosa c’è di nuovo: programma, biglietti e ospiti

Ecco chi è Caterina Murino

Cagliaritana di nascita, la 45enne Caterina Murino vive a Parigi da quasi 20 anni. Da ragazza sognava di fare il medico senza sapere che nel destino aveva una carriera di successo sul red carpet. Tutto è iniziato per caso. Dopo avere fallito per due volte l'esame di ammissione alla facoltà di medicina, a 20 anni si iscrive al concorso di ‘Miss Italia ‘97’ e si classifica al quinto posto. Da quel momento, inizia ad assaporare il fascino dei riflettori. Eletta Miss Deborah Italia, firma un contratto per l'agenzia di moda Paolo Tomei Models e diventa testimonial della casa di cosmetici.

Due anni dopo, è il ‘99, appare in tv come ‘Letterina’ nella prima edizione del telequiz Passaparola di Gerry Scotti su Canale 5 e nel frattempo inizia a studiare recitazione. E da quel momento inizia il grande salto da attrice. Prima con piccole apparizioni in produzioni televisive - ‘Le ragazze di Miss Italia’ di Dino Risi, ‘Don Matteo’ e Orgoglio – e finalmente il cinema. In tv è stata anche Penelope ne ‘Il ritorno di Ulisse’ (2014). L’esordio sul grande schermo è nel 2002 con il film ‘Nowhere’ di Luis Sepúlveda, ma il suo primo ruolo da protagonista arriva con il cortometraggio ‘Il grafologo’ di Alberto Pucci.

Bond Girl in Casino Royale

Nel 2006 viene scelta per interpretare Solange, la Bond Girl nel film Casino Royale con Daniel Craig nel ruolo dell'agente segreto dell'MI6 James Bond. Caterina è una delle cinque attrici italiane scelte per interpretare l’eroina 007: la prima è stata la marchigiana Daniela Bianchi al fianco di Sean Conner per il secondo capitolo della sala (1963). Due anni dopo, al fianco dello 007 originale, Sean Conner, ha recitato anche l’attrice romana Luciana Paluzzi (1965). Poi si sono susseguite Maria Grazia Cucinotta (nel 1999 con Pierce Brosnan), Caterina Murino (2006) e Monica Bellucci (2015).

Approfondisci:

Mostra di Venezia 2023: ecco i film italiani in gara

Mostra di Venezia 2023: ecco i film italiani in gara

Ragazza copertina per Playboy

Nel 2008, il regista Pappi Corsicato la sceglie come protagonista per il film ‘Il seme della discordia’, con Alessandro Gassmann, Isabella Ferrari e Martina Stella. Nello stesso anno, oltre a posare per il primo numero della rinnovata edizione italiana della rivista Playboy, è protagonista nella pellicola ‘The Garden of Eden’ di John Irvin. Sempre nello stesso anno è nel cast della miniserie televisiva canadese ‘XIII - Il complotto nel ruolo di Sam’ e partecipa alla serie televisiva italiana ‘Donne assassine’. Nel 2017 interpreta la figlia del protagonista Carlo Delle Piane nel film ‘Chi salverà le rose?’ di Cesare Furesi, con Lando Buzzanca e Philippe Leroy.

Teatro: da Dona Flor a ‘8 donne e un mistero’

Ha recitato tante volte in teatro. Nel 2012 gira i teatri d'Italia come protagonista della tournée ‘Dona Flor e i suoi due mariti’ e poi nel ruolo di Nicole nella pièce ‘Eyes Wide Shut’ (2015). Il suo ultimo spettacolo teatrale è stato ‘8 donne e un mistero’ di Robert Thomas nel 2019 – ed è apparsa anche in tre videoclip musicali: ‘Far l'amore’ di Bob Sinclar (2012), ‘L'Italiano’ dei The Gypsy Queens (2013), ‘Amore Nou’ dei Tazenda (2015).