Lunedì 22 Luglio 2024
ELETTRA BERNACCHINI
Magazine

Everything Everywhere All at Once: trama, cast e curiosità del 're' degli Oscar

Trama, cast e curiosità sull'opera incoronata dall'Academy

Una storia in tre atti ambientata nel multiverso. Scritto e diretto da Daniel Kwan e Daniel Scheinert, meglio noti come I Daniels, e prodotto dai fratelli Russo, gli stessi della Marvel, 'Everything Everywhere All at Once' è diventato un cult già prima delle sorprendenti undici candidature agli Oscar 2023. In un unico film è stato racchiuso di tutto: azione, commedia, dramma, fantascienza, dinamiche familiari e tematiche Lgbtq+. Delle oltre duecento nomination accumulate nei principali concorsi internazionali di cinema, la pellicola ha portato a casa più di centosettanta vittorie, tra le quali due Golden Globe come migliore attrice protagonista per Michelle Yeoh e miglior attore non protagonista per Ke Huy Quan.

La trama del film

Evelyn Quan Wang, cinese immigrata negli Stati Uniti d'America e proprietaria insieme al marito di una lavanderia a gettoni, è in un momento di forte stress. Il matrimonio con Waymond Wang sta iniziando a scricchiolare, l'anziano padre (James Hong), arrivato da poco direttamente da Honk Kong, non riesce e nascondere la disapprovazione per le scelte di vita che lei ha fatto e la figlia, Joy (Stephanie Hsu), ha una relazione con una ragazza, Becky. Inoltre, la sua attività è tenuta sotto stretta osservazione dall'Irs, l'agenzia governativa tributaria statunitense. Proprio durante l'incontro con un'ispettrice del fisco, Deirdre Beaubeirdre (Jamie Lee Curtis), accade l'incredibile. Evelyn conosce una versione parallela di suo marito, Alpha Waymond, che le svela come stanno le cose: non esiste una sola realtà, ma infinite realtà contemporanee, tutte appartenenti al multiverso. L'esistenza stessa del multiverso è minacciata dal "grande bagel", una sorta di buco nero, creato da Jobu Tupaki, una versione alternativa di Joy. In questa situazione, l'unica che può avere qualche chance di evitare la distruzione totale è proprio Evelyn, che dovrà imparare a consocere le versioni parallele di sé stessa con l'aiuto della tecnologia del "salto-verso". La regola da tenere ben presente è una: a ogni decisione presa, corrisponde un nuovo universo.

Il cast

A vestire i panni della combattiva protagonista è Michelle Yeoh, di nazionalità malese con origini cinesi, arrivata alla ribalta internazionale con i film "Il domani non muore mai" (1997) di Roger Spottiswoode e "La tigre e il dragone" (2000) di Ang Lee, che all'epoca le valse la prima candidatura ai British Academy Film Awards come migliore attrice non protagonista. Al suo fianco, il bravissimo Ke Huy Quan, noto al grande pubblico per aver preso parte a due grandi classici degli Anni 80: "I Goonies" e "Indiana Jones e il tempio maledetto". All'inizio degli anni Duemila si era rititrato dalle scene ma con il ruolo di Waymond ha segnato un ritorno da record, diventando anche il primo attore asiatico della storia a ottenere un SAG Award come non protagonista. C'è anche Jamie Lee Curtis, brillante e dirompente nel ruolo della funzionaria Deirdre, che 2021 ha ricevuto il Leone d'oro alla carriera alla Mostra del cinema di Venezia. A completare il brillante cast Stephanie Hsu, Jenny Slate e James Hong.

I numeri del film

Da quando è uscito nelle sale, Everything Everywhere All at Once ha incassato oltre 70 milioni di dollari negli Stati Uniti e poco meno di 35 milioni nel resto del mondo. Ha collezionato sei premi da parte della Hollywood Critics Association e sette vittorie in totale agli Independent Spirit Awards. Una scalata al successo culminata nelle undici candidature agli Oscar 2023 come Miglior film, Miglior regista, Miglior sceneggiatura originale, Miglior attrice per Michelle Yeoh, Miglior attore non protagonista per Ke Huy Quan, Miglior attrice non protagonista per Jamie Lee Curtis e Stephanie Hsu, Miglior montaggio, Migliori costumi, Migliore colonna sonora e Migliore canzone originale. Prima di lui solo "Il Signore degli Anelli - Il ritorno del re", nel 2004, aveva fatto altrettanto.