di Barbara Berti Non esisteva la Dad, didattica a distanza, e a scuola si andava, sempre. Anche con il raffreddore. Le mamme erano inflessibili. E, senza social con cui distrarsi, le fantasie maschili “softcore“ del tempo assumevano spesso la figura delle maestrine sexy. Negli anni Settanta, le professoresse erano uno dei sogni erotici di intere generazioni di adolescenti dall’ormone impazzito grazie ai film, dalla trama non convenzionale e con titoli che lasciavano poco e niente all’immaginazione, che avevano come protagoniste attrici bellissime che si spogliavano. Erano le pellicole della commedia sexy all’italiana che al botteghino sbancavano e che oggi sono un cult con molte delle protagoniste che sono diventate delle...

di Barbara Berti

Non esisteva la Dad, didattica a distanza, e a scuola si andava, sempre. Anche con il raffreddore. Le mamme erano inflessibili. E, senza social con cui distrarsi, le fantasie maschili “softcore“ del tempo assumevano spesso la figura delle maestrine sexy.

Negli anni Settanta, le professoresse erano uno dei sogni erotici di intere generazioni di adolescenti dall’ormone impazzito grazie ai film, dalla trama non convenzionale e con titoli che lasciavano poco e niente all’immaginazione, che avevano come protagoniste attrici bellissime che si spogliavano. Erano le pellicole della commedia sexy all’italiana che al botteghino sbancavano e che oggi sono un cult con molte delle protagoniste che sono diventate delle icone sexy senza tempo. Da oggi, in prima serata, su Cine34 prende il via la rassegna C’era una volta la commedia sexy dedicata agli storici film de L’insegnante e ai ‘suoi cugini di primo grado’ La supplente: sette appuntamenti settimanali che saranno accompagnati dal critico cinematografico Tatti Sanguineti, nella sua rubrica di approfondimento Segreti di Cinema.

La cosiddetta commedia sexy italiana – da distinguere dai film erotici e decamerotici – è un filone di circa un centinaio di film che ha avuto una galleria di facce della quale fanno parte Lino Banfi, Alvaro Vitali, Pippo Franco, Gianfranco D’Angelo, Mario Carotenuto, Renzo Montagnani, Enzo Cannavale, Bombolo e tra le attrici più famose e prolifiche Edwige Fenech e Gloria Guida. L’attore antesignano del genere è stato l’Homo eroticus Lando Buzzanca protagonista, fra i tanti film scollacciari, de Il Merlo maschio diretto nel 1971 da Pasquale Festa Campanile.

Tornando alla rassegna dedicata alle sexy prof, si parte con L’insegnante, pellicola datata 1975 (all’epoca vietata ai minori di 18 anni) del regista Nando Cicero con protagonista Edwige Fenech, oggi produttrice televisiva e cinematografica.

L’attrice francese naturalizzata italiana, con le sue forme procaci e a una forte carica seduttiva e provocante dovrà impartire ripetizioni a Franco, studente ginnasiale palermitano, molto più ossessionato dai primi turbamenti erotici che non dal pensiero degli esami imminenti. Una statuaria Fenech si ritrovano anche in L’insegnante va in collegio, film del 1978 firmato da Mariano Laurenti, e con Lino Banfi, Renzo Montagnani e Alvaro Vitali nei panni del giovane Carlo, innamorato perso della professoressa d’inglese (in onda il 22 gennaio).

La trilogia si chiude (il 29 gennaio) con L’insegnante viene a casa (1978) di Michele Massimo Tarantini. Questa volta la Fenech è un’attraente e giovane insegnante di pianoforte innamorata dell’assessore Ferdinando Bonci Marinotti (interpretato da Montagnani) ma che con la sua disinibita avvenenza fa perdere la testa agli uomini del condominio. Nel cast tornano Vitali e Banfi.

Tra le insegnanti sexy impossibile dimenticare Nadia Cassini, considerata l’ingenua fanciulla con il lato B più bello del panorama mondiale femminile degli anni Settanta. L’attrice è la protagonista de L’insegnante balla… con tutta la classe, film del 1979 diretto da Giuliano Carnimeo (in onda il 5 febbraio). Se la Cassini è la sexy insegnante di ginnastica dalle stratosferiche curve, ancora una volta tornano le smorfie di Alvaro Vitali e i giochi di parole di Lino Banfi. Altra professoressa provocante è la bionda Anna Maria Rizzoli ne L’insegnante al mare con tutta la classe, pellicola del 1980 di Michele Massimo Tarantini (il 12 febbraio). A chiudere il filone delle docenti-bollenti, La supplente (1975) e La supplente va in città (1979) con la biondina sensuale e disinibita Carmen Villani alle prese con adolescenti e spasimanti vari.