Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
1 lug 2021

E la mafia arrivò al cinema col volto dei divi

Nel paese di Sciascia una mostra con le foto sul set de “Il giorno della civetta“. Era il 1967, protagonisti: Claudia Cardinale e Franco Nero

1 lug 2021
lorenzo guadagnucci
Magazine

di Lorenzo Guadagnucci Leonardo Sciascia scrisse Il giorno della civetta nell’estate del 1960 – il libro uscì per l’editore Einaudi l’anno successivo – ma aveva la storia in mente da molto tempo. Almeno dal 1944, aveva 23 anni, quando a Racalmuto, il suo paese natale, fu ucciso il sindaco Baldassarre Tinebra. "Lo ammazzarono la sera del 15 novembre di quell’anno – scrisse ne Le parrocchie di Regalpetra (1956)– era sera di domenica, la piazza piena di gente, gli appoggiarono la pistola alla nuca e tirarono, il sindaco aveva intorno amici, nessuno vide, si fece vuota rosa di paura intorno al corpo che crollava..." Nel Giorno della civetta la scena dell’omicidio è diversa e prende spunto da un altro caso di cronaca, l’assassinio nel 1947 a Sciacca del sindacalista Accursio Miraglia, ma la sostanza è la stessa: la mafia che uccide un giusto, l’omertà che la protegge. Sciascia aveva ruminato e affinato tutto dentro di sé, finché non trovò la forma del romanzo poliziesco per raccontare ciò che nessuno aveva fino a quel momento affrontato con gli strumenti della finzione letteraria. Il giorno della civetta ha segnato un’epoca. Il libro ebbe subito larga diffusione e fu consacrato, era ormai il 1968, dal film che ne trasse Damiano Damiani. Un film a sua volta epocale, con Franco Nero e Claudia Cardinale nei ruoli del capitano dei carabinieri Bellodi e di Rosa Nicolosi, moglie dello scomodo testimone oculare dell’omicidio mafioso. Se il romanzo portò la mafia nella letteratura, altrettanto si può dire del film per il mondo del cinema, con un impatto – quello del grande schermo e di divi come Nero e Cardinale – addirittura superiore. Il film di Damiani rivive da qualche giorno e fino al 19 settembre in una mostra allestita a Racalmuto a cento anni dalla nascita dello scrittore. La sede ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?