22 dic 2018

Dove andare a Capodanno, 5 mete in Italia

Dai cenoni in alta quota a una Venezia inedita, e a Roma ci sarà una band speciale 

 

gloria ciabattoni
La Rome Parade
La Rome Parade

Capodanno alla ricerca di un modo speciale, insolito, per salutare l'arrivo del 2019? Ecco cinque idee last minute.

In quota a Cortina d’Ampezzo
Nella perla delle Dolomiti, Cortina, ovvero una delle mete più ambite d’inverno sia da chi ama lo sci che da chi cerca la mondanità, il Capodanno speciale su festeggia in vetta. Qualche esempio? Il cenone a quota 2.123 al Rifugio Faloria, dove si sale in funivia alle ore 20, accompagnati dalla musica di una dj band. Poi mega-cenone e, dopo mezzanotte, tutti a naso in su ad ammirare lo spettacolo pirotecnico che illuminerà la prima notte del 2019. Si potrà scendere in funivia, l’ultima corsa è alle ore 1.30 (info. faloria@dolomiti.org). Capodanno in quota e sotto le stelle anche al Rifugio Averau, inserito dal Sunday Times tra i migliori 10 ristoranti di montagna delle Alpi. Due le possibilità: raggiungere il rifugio il 31 dicembre in seggiovia e poi in motoslitta per godersi un cenone con dj set assolutamente unico; o pernottare 3 notti in camere private o nella classica camerata da rifugio.
Nella vicina San Vito di Cadore, festa dei bambini: imperdibile la baby dance quotidiana, dal 27 al 31 dicembre, in compagnia di Scotti, la simpatica mascotte. Chi scierà il 6 gennaio, all’Epifania, incontrerà sicuramente la “Befana sugli sci”, pronta ad offrire dolcetti a tutti i bambini dai 3 anni in su, un’iniziativa sempre molto amata dai più piccoli.

A Cogne con fiaccolate e falò
Nella Valle di Cogne (Valle d’Aosta) da non perdere la fiaccolata del 31 dicembre a Lillaz, nel tardo pomeriggio, con un tour del borgo e golose degustazioni. Poi si festeggia il Capodanno in piazza con musica e divertimento. Per dare il benvenuto al nuovo anno, il 3 gennaio 2019 l’accensione del grande falò nella piazza principale di Cogne è preceduta da una fiaccolata per le vie del paese e da una esibizione dei maestri di sci sulle piste di discesa e di fondo. www.cogneturismo.it.

Livigno, brindisi sulle piste e fuochi d’artificio
Il Capodanno a Livigno, il “Piccolo Tibet “in provincia di Sondrio, comincia alle 18 con la Fiaccolata dei Maestri di Sci. Ai piedi della pista, ci si scalderà al fuoco di un gran falò con un bicchiere di vin brulé.
I festeggiamenti già dall’imbrunire inizieranno in locali, hotel, bar e ristoranti, ma il vero countdown verso la mezzanotte sarà verso le 22, con l’apertura dei Party di Capodanno nei disco pub e nei locali dell’après ski in paese e sulle piste. Lo spettacolo pirotecnico di mezzanotte illuminerà il paese e le montagne circostanti. E poi proseguirà la festa, ballando fino all’alba o con una discesa in notturna su un gatto delle nevi dopo un brindisi in alta quota.

Nell’altra Venezia
Quando in Laguna arriva l’inverno, le luci si fanno più tenue e le nebbie rendono il paesaggio ancora più onirico. E’ questo il momento migliore per vivere Venezia e la sua Laguna, scoprendo luoghi come l’isola di Mazzorbo, a ovest di Burano (a cui è collegata da un ponte chiamato “Ponte Longo”) e Torcello, nella parte settentrionale della Laguna: qui esiste una Venezia “altra”, diversa, sincera e molto emozionante. Mazzorbo raggiunse il massimo splendore nel X secolo, ma dopo il Mille Venezia divenne più famosa e a Mazzorbo si svilupparono attività agricole. Del passato resta qualche casa in stile gotico affacciate sul canale principale e la chiesa gotico-romanica di Santa Caterina, eretta verso la fine del 1.200. Qui si può dormire a Casa Burano by Venissa, che si ispira al modello dell’albergo diffuso e nell’Osteria Contemporanea a Mazzorbo. Festeggiare un indimenticabile e originale Capodanno con un menù creato dalla resident chef Chiara Pavan, recentemente premiata quale miglior cuoca dell’anno per Le Guide de l’Espresso. www.venissa.it

Roma, band statunitensi e notti in convento
Per la tredicesima volta la celebre New Year’s Day Parade, la parata di Capodanno, il primo gennaio del 2019, a partire dalle ore 15,30 da Piazza del Popolo animerà il centro storico della Capitale con le migliori marching band statunitensi, alternate a gruppi bandistici, folkloristici e di majorette italiane. La partenza da Piazza del Popolo, anticipata dal raduno di tutte le oltre quindici corpose formazioni, vedrà sfilare alcune delle più suggestive formazioni musicali di studenti provenienti da high school di vari stati americani lungo un tragitto che passerà per Via del Corso, Via dei Condotti, Piazza di Spagna, Via del Babuino, Via di Ripetta, Piazza Augusto Imperatore, Via del Corso e ritornerà, per il gran finale, in Piazza del Popolo.
La Parade verrà anticipata e seguita, come da consuetudine, da alcuni concerti, ubicati tra Frascati e Roma, in programma dal 30 dicembre 2018 al 2 gennaio 2019 (dettagli nei prossimi comunicati stampa). www.romeparade.com. Per festeggiare nella Capitale l’arrivo del 2019 in modo in speciale, si può decidere di pernottare in un edificio storico ed esclusivo. A Trastevere e a pochi passi dal Gianicolo, in uno dei quartieri più incantevoli di Roma, si nasconde un piccolo hotel, il VOI Donna Camilla Savelli Hotel, gioiello seicentesco situato in un ex convento, progettato da Francesco Borromini (più volte premiato per la categoria Italy’s Leading Lifestyle Hotel, assegnato dal World Travel Award). Qui il ristorante Il Ferro e il Fuoco “racconta” in qualche modo la storia del convento, con un’atmosfera del che si ritrova anche nel “Menù Rinascimentale” che viene proposto. .www.voihotels.com.

gloriaciabattoni@gmail.com

Lapponia
Lapponia
Svizzera
Svizzera
Svizzera
Lapponia
Lapponia
Lapponia
Svizzera
Svizzera
Svizzera
Belgio
Belgio
Belgio
Irlanda
Irlanda
Irlanda

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?