Alcuni comportamenti aumentano moltissimo il rischio di contrarre il Covid
Alcuni comportamenti aumentano moltissimo il rischio di contrarre il Covid

Indossare la mascherina, evitare i contatti ravvicinati, stare alla larga dai luoghi affollati… Le precauzioni per limitare il rischio di contrarre il Covid ormai le conosciamo a memoria. Ma esattamente in quali situazioni siamo più esposti? Quali attività possiamo considerare ragionevolmente sicure, e quali invece non lo sono? È importante avere le idee chiare, soprattutto in queste settimane di diffusione della variante Omicron, che si propaga più rapidamente e facilmente. Nel loro ultimo studio i ricercatori dell'Università di Oxford e dell'Università del Colorado a Boulder hanno fatto i calcoli, quantificando come diversi parametri e scenari influiscono sulla trasmissione per via aerea del virus, in base alle attuali conoscenze scientifiche sull'argomento e alle informazioni dettagliate fornite dall'esame di alcuni eventi superdiffusori.

Le conclusioni sono state riassunte in una tabella pubblicata su The Conversation, che incrocia tutte le possibili combinazioni fra: ambiente con poche persone o affollato; spazio all'aperto ben ventilato, chiuso ben ventilato, oppure con scarsa aerazione; mascherine indosso o meno; contatto per un breve periodo di tempo oppure prolungato; e tipo di attività delle persone, ossia silenziose, che parlano, che cantano e urlano, o che fanno attività fisica intensa. Quelle elaborate dagli scienziati sono stime frutto di modelli matematici, perché poi il rischio reale in una specifica situazione dipende da fattori contingenti (ad esempio l'esatto numero di persone presenti).

Guardando la tabella, salta immediatamente all'occhio la percentuale di probabilità di prendere il Covid a seconda della circostanza e del luogo in cui ci troviamo. Nelle caselle colorate di verde e di giallo il rischio è minimo. Una combinazione di comportamenti azzardati si traduce invece in un modo "infallibile" per contagiarsi e finire nelle caselle rosso scuro, quelle che indicano il rischio maggiore fino a una probabilità di contagio del 99%:
- riunirsi con molte persone in uno spazio chiuso con una scarsa qualità dell'aria, come ad esempio una palestra mal areata, un locale notturno oppure un'aula scolastica
- fare attività energiche o rumorose come esercizio fisico, cantare o parlare a voce alta
- non indossare la mascherina
- trattenersi a lungo.

I ricercatori concludono ribadendo come è opportuno comportarsi per non uscire dalla zona verde e gialla della tabella: incontrarsi all'aperto oppure in spazi che garantiscono una buona ventilazione e qualità dell'aria; mantenere il numero di persone al minimo; passare insieme il minor tempo possibile; non urlare, cantare o fare attività fisica intensa; indossare mascherine efficaci.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Environmental Science & Technology.