Disabilità e pubblicità. Il progetto ShowReal per cambiare i target

Rompere gli stereotipi, cambiare la narrazione, promuovere una rappresentazione più autentica delle persone con disabilità per accelerare il processo di...

Disabilità e pubblicità. Il progetto ShowReal per cambiare i target

Disabilità e pubblicità. Il progetto ShowReal per cambiare i target

Rompere gli stereotipi, cambiare la narrazione, promuovere una rappresentazione più autentica delle persone con disabilità per accelerare il processo di inclusione: queste le principali esigenze che guidano la campagna sociale digital ’showREAL’, ideata e promossa da Valore D, Fondazione Diversity, OBE - Osservatorio Branded Entertainment e YAM112003, in collaborazione con un team di professioniste e professionisti con disabilità, tra cui Marina Cuollo, D&I Consultant di Diversity Lab, e Arianna Talamona (foto), Content Strategist di YAM112003. Diffuso e visibile sui canali social dei partner e dei protagonisti (Arianna Talamona, il content creator cieco Marco Andriano e la formatrice Ludovica Billi) oltre che sulla landing page dedicata, studiata e realizzata per essere accessibile grazie ai partner AccessiWay e Incode, il video della campagna è anche sul canale YouTube di ’showREAL’.

Su quasi 450.000 pubblicità in prima serata sulla tv via cavo e via etere nel febbraio 2021 negli Usa, solo il 39;1% includeva la rappresentazione di temi, immagini o argomenti legati alla disabilità (dati Nielsen Ad Intel). Eppure, le persone con disabilità rappresentano circa il 26% della popolazione degli Stati Uniti e il 24% dell’Unione Europea (dati Eurostat, 2019 e Nielsen Ad Intel).

In questo quadro desolante di sottorappresentazione, va aggiunto che la disabilità è stata a lungo raccontata male: con narrazioni stereotipate, eroiche o pietistiche, contribuendo a un immaginario sociale che marginalizza le persone disabili e addirittura sottovalutando, il loro potere di scelta come consumatori e consumatrici. È dimostrato, infatti, come un approccio più inclusivo porti significativi vantaggi alle aziende: il Diversity Brand Index 2023 mostra che in Italia il 69% della popolazione è attratta dai brand più inclusivi.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro