Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
25 lug 2022

'In nome del cielo', in arrivo la nuova miniserie true crime di Disney+

Racconta la storia vera di un omicidio che sconvolte la comunità mormona: esce in streaming il 31 agosto

25 lug 2022
Dettaglio del poster
Dettaglio del poster
Dettaglio del poster
Dettaglio del poster

Nel 1984 un brutale omicidio scosse una nazione (gli Stati Uniti) e una comunità religiosa (quella dei mormoni): la miniserie TV 'In nome del cielo' prende spunto da questa storia vera per raccontarla dal punto di vista di un detective incaricato dell'indagine. A interpretarlo è Andrew Garfield, che è stato Spider-Man su grande schermo ed è stato candidato a due Oscar: la prima volta per 'La battaglia di Hacksaw Ridge' e la seconda per 'tick, tick... BOOM!'. 'In nome del cielo' esce in streaming su Disney+ il 31 agosto 2022, portandosi dietro recensioni più che positive da parte della critica statunitense.

'In nome del cielo', la miniserie

La trama si svolge in un sobborgo di Salt Lake Valley, nello Utah, dove il 24 luglio 1984 la giovane Brenda Wright Lafferty e sua figlia di 15 mesi vengono sgozzate. Il detective Jeb Pyre è incaricato di indagare: le vittime appartenevano alla chiesa mormona e presto gli indizi portano a sospettare che il delitto sia avvenuto all'interno dei quella comunità. Mentre si avvicina alla verità Jeb Pyre, uomo di sincera fede mormona, entra in profonda crisi spirituale, arrivando a mettere in discussione il fondamento religioso della sua esistenza.

La vicenda di Brenda Wright Lafferty e della figlia Erica ha ispirato il saggio true crime 'Under the Banner of Heaven', scritto da Jon Krakauer: pubblicato per la prima volta nel 2003, è in gran parte basato sulle interviste con uno dei due uomini riconosciuti colpevoli dell'omicidio.

Partendo da questa fonte, Dustin Lance Black ha creato, scritto e prodotto la miniserie 'In nome del cielo', ricoprendo anche il ruolo di showrunner e portando in dote un curriculum di tutto rispetto, nel quale spicca la vittoria dell'Oscar 2009 grazie alla sceneggiatura del film 'Milk' (ispirato anch'esso a una storia vera, quella dell'attivista per i diritti gay Harvey Milk). La regia dei primi due episodi, quelli che hanno stabilito tono e stile dei successivi, è stata curata da David Mackenzie, autore in precedenza di titoli come 'Hell or High Water', 'Il ribelle' e 'Perfect Sense'.

Nel cast spicca il già citato Andrew Garfield, che grazie alla sua interpretazione ha conquistato la candidatura all'Emmy 2022 come migliore attore protagonista. Accanto a lui ci sono Sam Worthington ('Avatar'), Daisy Edgar-Jones ('Normal People'), Wyatt Russell ('The Falcon and The Winter Soldier') e Gil Birmingham ('Twilight').

Le recensioni e come guardare la miniserie

Nel complesso la critica statunitense ha reagito positivamente a 'In nome del cielo', tanto che la media voto su Metacritic è un soddisfacente 71/100. È piaciuta soprattutto l'attenzione riservata alla crisi di fede del detective protagonista, mentre lo show è stato giudicato meno accurato del libro nella ricostruzione del caso. Esponenti della comunità mormone hanno però protestato, sostenendo che la miniserie tende a fare di tutta un'erba un fascio, demonizzando un'intera comunità religiosa.

'In nome del cielo' è composta da sette episodi che durano fra i 63 e gli 88 minuti l'uno. L'esordio streaming su Disney+ è previsto per il 27 luglio, e siccome la visione è sconsigliata ai minorenni, la pubblicazione avviene all'interno del canale Star, il cui accesso può essere gestito da un sistema di parental control.

Il trailer doppiato in italiano

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?