Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
5 lug 2022

Avatar, dubbi su James Cameron alla regia degli ultimi film

In lavorazione ci sono quattro sequel: "Impegno totalizzante" e il regista dice di avere altri progetti

5 lug 2022
Scena da 'Avatar: la via dell'acqua' - Foto: 20th Century Studios/TSG/Lightstorm
Scena da 'Avatar: la via dell'acqua' - Foto: 20th Century Studios/TSG/Lightstorm
Scena da 'Avatar: la via dell'acqua' - Foto: 20th Century Studios/TSG/Lightstorm
Scena da 'Avatar: la via dell'acqua' - Foto: 20th Century Studios/TSG/Lightstorm

Grazie al primo 'Avatar' (2009) il regista, sceneggiatore e produttore James Cameron ha ridefinito il mondo dei blockbuster e ha creato il pianeta di Pandora. Si è pure messo di buzzo buono a lavorare ai quattro sequel previsti. Il primo di essi, 'Avatar: la via dell'acqua', è atteso nelle sale di mezzo mondo a metà dicembre 2022. Non è però scontato che Cameron torni a dirigere anche i successivi capitoli della saga: nel corso di un'intervista rilasciata al magazine britannico Empire, ha infatti detto che realizzare questi lungometraggi è "totalizzante" e che potrebbe cedere il testimone ad altri.

Ecco le parole di Cameron: "Penso che alla fine, con il passare del tempo, non so se dopo il terzo o il quarto film, vorrò cedere il posto a un regista di cui mi fido e affidargli il lavoro, così da potermi dedicare ad altri progetti che mi interessano. O forse no, non lo so". La ragione dei dubbi è che il mondo di 'Avatar' è perfetto per raccontare "tutto quello che sento di dover dire sulla famiglia, la sostenibilità, il clima, il mondo naturale, cioè sui temi che sono importanti per me nella vita reale". Dunque cedere il testimone non è semplice.

Per quanto riguarda il futuro possiamo dire questo: 'Avatar 2' ('La via dell'acqua') e 'Avatar 3' sono stati girati contemporaneamente e quindi portano entrambi la firma di James Cameron. E, per quanto tutto dipenda da come reagirà il pubblico e dagli incassi in sala, il terzo film uscirà a prescindere dal botteghino: ormai esiste e non si torna indietro. Dovrebbe uscire a dicembre del 2024.

Gli altri due lungometraggi non sono ancora entrati in produzione. Significa che una sceneggiatura c'è, ma non è ancora stato stabilito un budget definitivo e un piano delle riprese. In questo caso il box office farà la differenza. Dal canto suo, James Cameron punta a terminare la pentalogia: "Il quarto film è un tappo. Tutto dipende dalle dinamiche del mercato. Spero davvero di poter realizzare anche il quarto e quinto capitolo, perché, in ultima analisi, è una grande storia".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?