Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
8 mag 2022

Cinema indipendente La Romagna celebra i primi 40 anni di trionfi

8 mag 2022

La prima edizione, nell’agosto 1983, si chiamava solo ’Anteprima per il cinema indipendente italiano’. Una connotazione che mantenne anche nel 1987 quando divenne concorso che assegnava il famoso premio ’Casa Rossa’, dato al miglior film indipendente. Quarant’anni dopo, la storica rassegna che dai primi Duemila ha assunto il nome di Bellaria Film Festival riprende il mood delle origini e, sotto la nuova direzione artistica di Daniela Persico, riporta sulla riviera romagnola dal 12 al 15 maggio il cinema indipendente italiano e i giovani registi internazionali. A cominciare dall’apertura, affidata ad Alcarràs della regista catalana Carla Simón, vincitrice dell’Orso d’Oro alla Berlinale e presente insieme al coproduttore italiano, Giovanni Pompili, della Kino. Il film sarà poi in sala il 26 maggio, distribuito da I Wonder.

A Bellaria arriverà anche il direttore della Berlinale, Carlo Chatrian, che parteciperà il 13 maggio alla masterclass ’Programmer - The right film, when and where’ per il gruppo di studenti di cinema selezionati come giudici per la sezione Casa Rossa. L’attore cui andrà il premio è Andrea Carpenzano che ha dato vita ad Amanda, il ragazzo dalla realtà non binaria del film Cancinculo di Chiara Bellosi. Tra i titoli in gara, diretti e prodotti da italiani alla prima o seconda opera, ecco Piccolo corpo di Laura Samani (fresca vincitrice del David di Donatello come regista esordiente), Re Granchio di Matteo Zoppis e Alessio Rigo de Righi, il potente Il legionario di Hleb Papou, Mother Lode di Matteo Tortone e Atlantide di Yuri Ancarani.

Nel programma anche le anteprime di Memoria, l’ultimo capolavoro di Apichatpong Weerasethakul, Premio della Giuria a Cannes l’anno scorso, e de I tuttofare di Neus Ballús, vincitore del Pardo d’Oro a Locarno e in sala dal 9 giugno. Un consiglio? In attesa di Bellaria e di Alcarràs, recuperate in streaming su CHILI l’opera prima della brava Carla Simón: Estate 1993.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?