Dettaglio del poster - Foto: Netflix
Dettaglio del poster - Foto: Netflix

Lo spunto narrativo di un uomo qualunque che si ritrova coinvolto in un intrigo più grande di lui ha nutrito molti film e alcuni capolavori (vedi alla voce Alfred Hitchcock): l'ultimo thriller a farne uso in ordine di tempo si intitola 'Beckett' ed esce in streaming su Netflix venerdì 13 agosto. È interpretato da John David Washington, il figlio di Denzel. La critica si è divisa fra detrattori e sostenitori, senza riuscire a mettersi d'accordo.


Beckett, tutto sul film

La trama ha per protagonista un turista statunitense che si trova in vacanza in Grecia con la sua fidanzata. A un certo punto rimane coinvolto in un incidente e, una volta ripresosi, si rende conto che qualcosa non va e qualcuno gli sta dando la caccia. Il perché non è dato saperlo, ma in poco tempo diventa chiaro che delle autorità locali non ci si può fidare. Così il nostro eroe, fatto oggetto di una caccia all'uomo sempre più serrata, si mette in viaggio per raggiungere l'ambasciata americana che si trova dall'altra parte del paese. A complicare le cose ci si mette il suo involontario coinvolgimento in un pericoloso complotto.

La sceneggiatura di 'Beckett' è stata scritta dall'esordiente Kevin A. Rice, che ha lavorato a partire da un soggetto di Ferdinando Cito Filomarino, anche regista del film. Quest'ultimo è al suo secondo lungometraggio dopo il dramma biografico 'Antonia.' (2015, dedicato alla poetessa Antonia Pozzi). Fra i produttori di 'Beckett' c'è anche Luca Guadagnino, famoso come regista di 'Chiamami col tuo nome' e 'Suspiria'. Infine, nel cast ci sono il già citato John David Washington (visto nei film 'BlacKkKlansman', 'Tenet' e 'Malcolm & Marie') e poi Alicia Vikander ('Tomb Raider'), Boyd Holbrook ('Logan - The Wolverine'), Vicky Krieps ('Il filo nascosto') e Panos Koronis ('Before Midnight').

Il trailer doppiato in italiano



Le recensioni e come guardare il film

In generale la critica si è divisa, soprattutto sulla solidità della regia e sull'efficacia dell'interpretazione di John David Washington: c'è chi le ha trovate soddisfacenti e chi invece è rimasto insoddisfatto. Il risultato è una media voto, su Metacritic, di 54/100, una sorta di via di mezzo che probabilmente non rifletterà il parere degli spettatori. Come nel caso dei giornalisti, è probabile che pure loro si divideranno fra sostenitori e detrattori.
Per scoprire da quale parte della barricata ci si troverà bisogna attendere il 13 agosto, giorno dell'inserimento di 'Beckett' nel catalogo dei contenuti in streaming di Netflix. Occorre anche ritagliarsi 1 ora e 50 minuti di tempo: tanto dura il film.