Agostino Perrone del Connaught Bar (foto sito ufficiale The Connaught Hotel)
Agostino Perrone del Connaught Bar (foto sito ufficiale The Connaught Hotel)

L'annuale classifica dei 50 migliori bar al mondo (The World's 50 Best Bars 2020) può suonare un po' anacronistica in un momento nel quale molte città stanno vivendo nuovi lockdown e di uscire la sera a bere non se ne parla proprio. Resta però il fatto che l'elenco del meglio sulla piazza non scade certo domani e alcuni locali resteranno una valida scelta anche quando la pandemia di Coronavirus sarà terminata. Vedi il caso del vincitore di quest'anno, il Connaught Bar di Londra, che agguanta la sua prima vittoria dopo dieci anni di permanenza stabile nella top 10: una continuità che è garanzia d'eccellenza e che, tra l'altro, premia anche un pezzo d'Italia. Infatti il capo bartender si chiama Agostino Perrone, artefice di un menù che mescola tradizione e innovazione utilizzando liquori, spiriti e champagne che provengono da edizioni limitate oppure vintage. L'Italia è presente anche nelle posizioni 25 e 45, rispettivamente con il 1930 di Milano e il Drink Kong di Roma.

I migliori 50 bar del mondo

Spulciando la classifica si evincono alcuni dati interessanti. Intanto, le prime quattro posizioni sono occupate da locali presenti in quattro città e nazioni diverse: è la prima volta che accade ed è un sintomo della costante espansione della cultura dei cocktail, confermata anche dall'aumento dei bar asiatici. Le capitali indiscusse restano però Londra (otto presenze) e New York (5). Dal canto suo, l'Italia riesce da tempo a ritagliarsi uno spazio all'interno della classifica e spesso grazie a locali di Milano e Roma: un trend confermato anche per il 2020, anche se i prezzemolini di un tempo (il Jerry Thomas di Roma e il Nottingham Forest di Milano) hanno ceduto il posto ai colleghi Drink Kong e 1930.

The World's 50 Best Bars 2020, la classifica completa

1 - Connaught Bar (Londra, Gran Bretagna)
2 - Dante (New York, Stati Uniti)
3 - The Clumsies (Atene, Grecia)
4 - Atlas (Singapore)
5 - Tayer + Elementary (Londra, Gran Bretagna)
6 - Kwant (Londra, Gran Bretagna)
7 - Florería Atlántico (Buenos Aires, Argentina)
8 - Coa (Hong Kong, Cina)
9 - Jigger & Pony (Singapore)
10 - The SG Club (Tokyo, Giappone)
11 - Maybe Sammy (Sydney, Australia)
12 - Attaboy (New York, Stati Uniti)
13 - Nomad Bar (New York, Stati Uniti)
14 - Manhattan (Singapore)
15 - The Old Man (Hong Kong, Cina)
16 - Katana Kitten (New York, Stati Uniti)
17 - Licorería Limantour (Mexico City, Messico)
18 - Native (Singapore)
19 - Paradisco (Barcellona, Spagna)
20 - American Bar (Londra, Gran Bretagna)
21 - Carnaval (Lima, Perù)
22 - Salmón Gurú (Madrid, Spagna)
23 - Zuma (Dubai, Emirati Arabi Uniti)
24 - Little Red Door (Parigi, Francia)
25 - 1930 (Milano, Italia)
26 - Two Schmucks (Barcellona, Spagna)
27 - El Copitas (San Pietroburgo, Russia)
28 - Cantina OK! (Sydney, Australia)
29 - Lyaness (Londra, Gran Bretagna)
30 - Himkok (Oslo, Norvegia)
31 - Baba au Rum (Atene, Grecia)
32 - Panda & Sons (Edimburgo, Gran Bretagna)
33 - Swift (Londra, Gran Bretagna)
34 - Three Sheets (Londra, Gran Bretagna)
35 - The Bamboo Bar (Bangkok, Thailandia)
36 - Tjoget (Stoccolma, Svezia)
37 - Buck & Breck (Berlino, Germania)
38 - Employees Only (New York, Stati Uniti)
39 - Bulletin Place (Sydney, Australia)
40 - Bar Benfiddich (Tokyo, Giappone)
41 - Artesian (Londra, Gran Bretagna)
42 - Sober Company (Shanghai, Cina)
43 - Indulge Experimental Bistro (Taipei, Taiwan)
44 - Bar Trigona (Kuala Lumpur, Malesia)
45 - Drink Kong (Roma, Italia)
46 - Room by Le Kief (Taipei, Taiwan)
47 - Alquimico (Cartagena, Colombia)
48 - High Five (Tokyo, Giappone)
49 - Charles H (Seoul, Corea del Sud)
50 - Presidente (Buenos Aires, Argentina)