I dati sulla mobilità italiana elaborati da Apple (fonte Apple.com)
I dati sulla mobilità italiana elaborati da Apple (fonte Apple.com)

Cupertino, 15 aprile 2020 - Le città vuote e le strade semideserte. E' l'effetto della pandemia da Coronavirus nel mondo. Una quotidianità completamente stravolta quella del lockdown, come testimoniano anche i dati di Apple sullo spostamento degli utenti, che in Italia al 12 aprile sono crollati dell' 87%. Una tendenza accentuatasi da metà marzo nel nostro Paese, che vede un -85% degli spostamenti a bordo di veicoli e un -88% di quelli  a piedi. La casa di Cupertino, sulla scia di quanto già fatto da Google e Facebook ha rilasciato uno strumento che attraverso le sue Mappe mette in chiaro i dati sulla mobilità nel contrasto alla diffusione del Coronavirus. 

FOCUS Il link per il download della app AutoCert19 per chi possiede un dispositivo mobile Apple: https://onelink.to/autocert19

Come funziona

Ma come funziona? Lo strumento visualizza gli spostamenti delle persone in decine di grandi città e paesi di tutto il mondo in base al numero di richieste di indicazioni stradali su 
Apple Maps dal 13 gennaio. Mostra il drammatico calo del numero di utenti che guidano, camminano o prendono i mezzi pubblici, mentre i governi di tutto il mondo hanno adottato misure di contenimento sempre più severe per fermare la diffusione del virus. Il colosso di Cupertino ha dichiarato che lo scopo del nuovo sito web era quello di aiutare gli sforzi globali per cercare di fermare la diffusione di COVID-19 dando informazioni sul movimento delle persone ai governi e alle autorità sanitarie.

I dati nel mondo

Hong Kong e Seoul per esempio, tra i primi posti colpiti dal virus dopo la sua comparsa nella Cina continentale, hanno visto diminuire i numeri della mobilità di ben il 60% a partire dalla seconda metà di gennaio. La città di Roma ha visto un calo vertiginoso dei numeri della mobilità - oltre il 90% - a partire dai primi di marzo. Londra è seguita in un paio di settimane con un calo di quasi il 90% dei transiti. New York City, l'epicentro dell'epidemia negli Stati Uniti, ha visto un calo dei transiti e degli spostamenti di oltre l'80% a marzo, con l'aggravarsi della crisi. Un calo analogo si è registrato a Sydney a marzo, quando l'Australia ha rafforzato le sue politiche di distanziamento sociale. A Singapore, i dati sulla mobilità sono stati ridotti, ma non drammaticamente da gennaio, ma a seguito di un'impennata dei casi e di un blocco imposto all'inizio di questo mese, sono precipitati.

FOCUS / Google, ecco quanto si spostano le persone nel mondo

Trattamento dati personali

Questo progetto, proprio come quello messo in campo da Google, utilizza dati anonimi, come è stato anche specificato dalle aziende, in quanto sono state sollevate preoccupazioni circa la privacy e la sicurezza degli utenti. Google e  Apple hanno anche annunciato che stanno collaborando per aiutare le autorita' a rintracciare i contatti tra le persone che utilizzano la tecnologia Bluetooth, e hanno giurato che la privacy e la sicurezza sono "centrali" per l'iniziativa.