È morto all’età di 82 anni Nicola Tranfaglia, presidente del Comitato Scientifico della Fondazione Murialdi, che ha dato la notizia del decesso.

Tranfaglia, nato a Napoli nel 1938, è stato uno storico di grande rilievo passato da giovane collaboratore di Nord e Sud, la rivista meridionalista di Francesco Compagna, agli studi storici sotto l’egida di Alessandro Galante Garrone, divenendo docente di storia contemporanea all’Università di Torino.

Convinto antifascista, biografo di Carlo Rosselli, Tranfaglia è stato molto attivo sia nella pubblicistica giornalistica, sia nel dibattito storico-politico, con importanti volumi sulla mafia e la storia del giornalismo. La sua valutazione di Cosa nostra – ben oltre la dimensione criminale – trovò forma nel libro La mafia come metodo nell’Italia contemporanea (Laterza 1991).

Uomo di sinistra, entrò in parlamento nel 2006 con il Partito dei comunisti italiani (Pdci), che lasciò due anni dopo.