Earth Day 2024: viaggi nel mondo e iniziative all'insegna dell'ecosostenibilità

in occasione della 54esima Giornata mondiale della Terra delle Nazioni Unite, ecco i luoghi e le manifestazioni che hanno fatto del rispetto e della valorizzazione dell’ambiente la loro bandiera

di MONICA GUERCI -
20 aprile 2024
Parque Nacional Tingo María (foto Musuk Nolte)

Parque Nacional Tingo María (foto Musuk Nolte)

Ogni 22 aprile, in tutto il mondo, si celebra l'Earth Day, la Giornata della Terra, la più importante manifestazione ambientale delle Nazioni Unite, coinvolgendo miliardi di cittadini in 193 Paesi Membri. Tra le iniziative, la campagna internazionale The Great Global Cleanup, nota come la Grande Pulizia Globale, si impegna a liberare l'ambiente dai rifiuti e dall'inquinamento da plastica, coinvolgendo cittadini di tutte le età e provenienti da tutto il mondo. È uno dei più grandi eventi di volontariato coordinato a livello mondiale. È possibile registrarsi e trovare eventi sulla mappa interattiva The Great Global Cleanup Live Map. Anche nel turismo, è essenziale viaggiare in modo sostenibile e consapevole, rispettando l'ambiente. Dalle bellezze naturali di Ras Al Khaimah, l'Emirato della Natura, alle meraviglie della biodiversità nell’arcipelago delle Azzorre e in Perù, alle best practice degli hotel in tutto il mondo, fino agli eventi nelle grandi città come New York, Roma e Torino, ecco le destinazioni da non perdere in occasione dell'Earth Day 2024.

South Africa, balene
South Africa, balene

La Giornata mondiale della Terra a Roma e a Torino

Per la Giornata Mondiale della Terra 2024, Earth Day Italy ripropone il Villaggio per la Terra di Villa Borghese a Roma, animerà la Terrazza del Pincio e il Galoppatoio dal 21 al 25 aprile, con più di 600 eventi, laboratori didattici, attività sportive, concerti, street art, talk show, gratuiti pensati per i visitatori di ogni età, tutti incentrati sul tema dell’ambiente. La manifestazione, ideata da Earth Day Italia e realizzata in collaborazione con il Movimento dei Focolari di Roma, proporrà quattro giorni di festa per vivere il piacere della natura, dello sport, della musica e della vita all’aria aperta, con 17 piazze multimediali dedicate agli Obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Onu. Dal 18 al 20 aprile si terrà il Festival dell'Innovability alla Casa del Cinema. Torna anche il 22 aprile la maratona #OnePeopleOnePlanet: dalle ore 8.00 alle 24.00 una staffetta di sedici ore di contenuti trasmessi in diretta su RaiPlay (e poi in differita su Vaticannews.va) "per far tornare a battere il cuore per la Terra” e l’attesissimo Concerto per la Terra trasmesso in diretta dall’auditorium della Nuvola di Fuksas. 

Mentre a Torino, il 20 aprile, gli splendidi spazi dei Musei Reali  ospiteranno la "Giornata della Terra Torino", un evento organizzato da AWorld e Club Silencio con il sostegno della Fondazione Compagnia di San Paolo. Dalle 9 alle 24, oltre 15 ore di attività e intrattenimento continuo, dai workshop ai talk, laboratori, spettacoli, esibizioni e mostre, tutto nel segno della sostenibilità ambientale e sociale. Tra gli appuntamenti, la live performance di Domenico Urban Drummer, un'esperienza musicale unica che trasforma oggetti insoliti in strumenti musicali. La videoproiezione del fotografo Umberto Stefanelli, che rifletterà sulla necessità di cambiamento delle nostre città. La musica sarà protagonista con la Jazz Street Parade, mentre il Teatro Romano ospiterà lo spettacolo "Le parole della Salute Circolare", con la virologa Ilaria Capua. Infine, Alessandro Martire, il “pianista della natura”, si esibirà in un concerto solo piano che esalterà la bellezza del luogo. La giornata si concluderà con la proiezione del video della performance UUUUDUM di Luca Lagash dei Marlene Kunts, seguita da uno speciale live, tra gli artisti sul palco della Piazzetta Reale: Nina Zilli, Danti, Eiffel65, Ex-Otago, I Moderni, Pietro Morello e Max Casacci.

Aprile green a New York City

New York City, parco
New York City, parco

New York City ospita per tutto aprile una serie di eventi dedicati alla Terra, promuovendo la consapevolezza ambientale e la sostenibilità. Dall'Earth Day a Union Square, all’Open Street: Car-Free Earth Day il 20 aprile in 53 strade in tutti e cinque i distretti dove le bici si faranno largo al posto di macchine e taxi, Citi Bike che offrirà corse illimitate da 30 minuti ciascuna. L’assenza di traffico rende possibile anche l’organizzazione di concerti open air, come quello organizzato dalla Broadway Green Alliance a Times Square, con gli artisti di Broadway che canteranno alcune delle canzoni più iconiche degli spettacoli teatrali, da Aladdin a Moulin Rouge. Domenica 21 aprile sarà invece possibile scalare il Sum fino a raggiungerne la cima e ammirare lo spettacolare skyline, contribuendo allo stesso tempo a una donazione benefica a favore del Fdny (Fire Department) e di Emd (Emergency Medical Dispatch). Sull’altra sponda, due gli appuntamenti organizzati dal Queens County Farm Museum, l’Apple Blossom Children’s Carnival (20-21 aprile) e il Bee-a-Pollinator Service Day (22 aprile), con attività legate all’agricoltura e all’apicoltura. Numerose anche le iniziative da parte degli hotel: il 22 aprile, il brand Moxy, parte di Marriott International, organizza ad esempio workshop, talk e attività di clean-up in partnership con Pollyn al Moxy Williamsburg, mentre da Moxy East Village è in programma una botanical mixology class realizzata in collaborazione con il wellness brand newyorkese The Qi. Gli eventi non si limitano a un solo weekend: il 27 aprile l’American Museum of Natural History farà da cornice all’EarthFest, una rassegna di talk e attività per tutta la famiglia dedicate al Pianeta Terra. Da non dimenticare infine i progetti che fanno della sostenibilità innovativa la forza trainante, come Hudson Yards, tra i quartieri di più recente sviluppo di Manhattan, che grazie al riutilizzo delle acque piovane, ai grandi spazi verdi pubblici, al design a misura di pedone e a un facile accesso ai trasporti pubblici, ha stabilito lo standard per una pianificazione urbana lungimirante e a basso impatto ambientale.

Info: New York City Tourism 

Al Khaimah: l'Emirato della Natura

Ras Al Khaimah Al Rams
Ras Al Khaimah Al Rams

Ras Al Khaimah, distante meno di 45 minuti di auto dall'aeroporto di Dubai, offre paesaggi naturali unici da esplorare: dalle maestose montagne della catena degli Hajar alle spiagge incontaminate e alle dune del deserto della Riserva di Al Wadi. Conosciuto come l'Emirato della Natura, Ras Al Khaimah si impegna non solo a preservare le sue risorse naturali, ma anche a coinvolgere i viaggiatori responsabili. Entro il 2025, l'obiettivo è diventare un punto di riferimento per il turismo sostenibile nella regione. Ciò si traduce nell'implementazione di pratiche sostenibili e politiche di gestione ambientale in collaborazione con l'industria turistica locale, per offrire esperienze che valorizzino la natura e la cultura locali in modo responsabile. Come testimonianza del suo impegno, Ras Al Khaimah è stata la prima destinazione nel Medio Oriente a ottenere la prestigiosa certificazione Silver nell'ambito del programma Sustainable Destinations di EarthCheck. Questo processo di certificazione, basato su criteri scientifici approfonditi, comprende il monitoraggio rigoroso di 10 indicatori di sostenibilità, quali consumo di energia e acqua, gestione dei rifiuti e impronta di carbonio. Per coinvolgere l'industria turistica locale in questo percorso sostenibile, la Ras Al Khaimah Tourism Development Authority (RAKTDA) ha lanciato il programma 'Responsible Rak', che ha visto oltre 20 hotel, attrazioni e tour operator ottenere la certificazione 'Responsible RAK Silver', con molti altri in fase di adesione. 

Proteggere il Perù

Riserva del Parque Nacional del Manu © PROMPERÚ
Riserva del Parque Nacional del Manu © PROMPERÚ

Il Perù, gemma di biodiversità, si distingue per la sua straordinaria varietà di ecosistemi, dalla costa alla montagna. Con oltre 1800 specie di uccelli, più di 300 mammiferi e una vasta gamma di piante endemiche, il paese è un crocevia per la vita selvatica proveniente da tutto il mondo. Attraverso la creazione di parchi nazionali, la promozione della ricerca scientifica e l'educazione ambientale, il Perù si impegna a proteggere questa ricchezza naturale. Nel Parco Nazionale di Paracas lungo la costa, e nel Santuario Storico di Machu Picchu nelle Ande, la biodiversità è di casa, offrendo habitat unici per molte specie, comprese oltre 400 varietà di orchidee. Nella foresta amazzonica, il Parco Nazionale del Manu e la Riserva Nazionale Tambopata ospitano una vasta gamma di flora e fauna, tra cui specie endemiche come l'orso dagli occhiali. Oltre alla sua ricchezza naturale, il Perù è anche patria di 55 popoli indigeni che mantengono un legame profondo con la terra e le sue risorse. Questi popoli, come i Quechua e gli Ashaninka, vivono in armonia con la natura da migliaia di anni, utilizzando piante naturali per scopi curativi e sostenendo la conservazione ambientale.

Info: www.peru.travel

Il Sudafrica dell’eco-turismo

South African coast
South African coast

Il Sudafrica, con la immensità di paesaggi naturali, è una meta ideale per i viaggiatori in cerca di connessioni con l'ambiente circostante. Il paese sostiene il turismo responsabile per preservare l'ecosistema, la cultura e le comunità locali. Per esempio, all’interno del Kruger National Park sono state realizzate strutture ecosostenibili e vi è una continua attività di sensibilizzazione verso i visitatori sulla necessità di tutelare l’area, gli animali e le popolazioni locali. Anche i singoli eco-lodge o resort, tra le 10 realtà del capitolo sostenibilità di “Lonely Planet - Best in Travel 2024”, fanno del rispetto della natura il proprio core business: tra le novità, Treedom Villas, lungo la scenografica Garden Route, nei pressi di una delle spiagge “bandiera blu” del Sudafrica, organizza escursioni a piedi o in mountain bike nei dintorni, ma anche attività sportive e outdoor per acquisire maggior consapevolezza del valore della natura circostante. Nella provincia di Eastern Cape, all’interno della Wild Coast, sorge Bulungula Lodge, una struttura ecologica pensata in particolare per i backpackers e certificata fair-trade gestita dalla comunità Xhosa del villaggio di Nqileni. Non lontano, Algoa Bay, nominata Whale Heritage Site, è un punto di osservazione responsabile dove ammirare balene, delfini e altri incredibili animali selvatici nel loro ambiente naturale. A livello di business, Setšong Tea Crafters è una realtà 100% black-owned che produce tè e tisane usando piante indigene, dando così lavoro alle popolazioni della provincia rurale del Limpopo, mentre il brand gender-neutral U Be You e Lukhanyo Mdingi sono alcuni tra i migliori esempi di moda etica e sostenibile del Paese. Per finire, Trees for Tomorrow e Trees for Tourism spiccano tra i progetti di riforestazione del Sudafrica, resi possibili attraverso la piantumazione di alberi autoctoni finanziata dai fondi del turismo.

Info: South African Tourism 

Philadelphia, città per viaggiatori consapevoli

Philadelphia Kelly Drive GT Photoshoot by K Huff for PHLCVB
Philadelphia Kelly Drive GT Photoshoot by K Huff for PHLCVB

Philadelphia, celebre per la sua ricca storia e cultura, emerge sempre più come esempio di impegno green, con iniziative ecologiche innovative e progetti comunitari coinvolgenti. Ristoranti come il White Dog Café a University City privilegiano menù stagionali con ingredienti provenienti da fornitori locali entro 80 km, promuovendo la sostenibilità alimentare. Anche La Colombe’s Fishtown, azienda di caffè, si distingue per pratiche ecologiche come l'approvvigionamento diretto e l'imballaggio senza sprechi. Per gli amanti dello sport, esplorare la città in bicicletta è un'opzione ecologica e divertente, grazie a servizi come Indego, che offre noleggio di biciclette classiche ed elettriche a prezzi accessibili. In alternativa, Wheel Fun Rentals offre tandem e tag-along per esplorare Philly in modo sostenibile con la famiglia e gli amici, offrendo anche mappe per tour auto-guidati.

Info: Discover Philadelphia 

Repubblica Dominicana tesori di biodiversità

La Repubblica Dominicana custodisce tesori di biodiversità nelle sue zone remote, come il sud-ovest, dove il gruppo Jaragua, un'Ong fondata nel 1987, protegge specie endemiche a rischio di estinzione. Queste includono tartarughe marine, iguane, solenodonti, hutia di Hispaniola, diablotin, jicotea del sur e il pappagallo spagnolo. Nelle aree dove la natura è preservata, come intorno alla suggestiva Laguna di Oviedo, si possono avvistare numerose specie di uccelli, con oltre 150 varietà censite, e ammirare i fenicotteri rosa che abitano la laguna.

Proteggere le tartarughe a Domes Aulus Zante

Domes Aulus Zante, Autograph Collection
Domes Aulus Zante, Autograph Collection

Domes Aulus Zante, Autograph Collection promuove esperienze formative incentrate sulla salvaguardia delle tartarughe Caretta Caretta, coinvolgendo gli ospiti nella protezione di questo prezioso habitat marino. Attraverso escursioni a Marathonisi Island che, insieme alla spiaggia del resort, è un luogo di riproduzione della specie. Incorniciata da uno sfondo di archi di roccia e spiagge incontaminate, qui si possono osservare le tartarughe nel loro habitat naturale da una barca con fondo di vetro. Ogni settimana c’è la possibilità di incontrare una guida che vi racconterà il viaggio delle tartarughe dalla nascita alla nidificazione, per poi gustare una selezione di piatti locali al Caretta Restaurant ed eventualmente adottare una tartaruga. Queste iniziative non solo supportano la conservazione dell'area, ma assicurano anche la continuità della riproduzione di queste tartarughe minacciate.

Le Azzorre immerse nella biodiversità

Le isole Azzorre, avamposto portoghese situato nell'Atlantico nord-orientale, a circa 1.500 km dalla costa portoghese e a circa 3.900 km dall'America del Nord, sono un regno famoso per la sua biodiversità e per le meraviglie geologiche che lo caratterizzano, con maestosi vulcani, piscine termali, campi di lava spettacolari e un'attività geotermica incessante. Il Parco Geologico delle Azzorre, o Geoparco, protegge e valorizza questo patrimonio naturale, promuovendo uno sviluppo sostenibile che favorisce la fruizione responsabile e contribuisce all'economia locale.

Viaggiare smart

Viaggiare in modo sostenibile è diventato una necessità irrinunciabile, considerata l'urgente responsabilità di preservare il nostro pianeta. Omio, piattaforma e app di viaggi, si distingue per promuovere un approccio responsabile, consigliando il treno come opzione preferibile all'aereo. Viaggiare su rotaia offre vantaggi come il risparmio di tempo e l'abbattimento delle emissioni di CO2, come nel caso del viaggio Roma-Napoli, che consente di risparmiare 87 minuti e oltre 28,8 kg di CO2 rispetto all'aereo. I treni notturni sono particolarmente consigliati per un viaggio green ed economico, consentendo di risparmiare sulle spese di alloggio e ridurre l'impatto ambientale. Omio propone tratte popolari come Milano-Palermo e itinerari trans-europei come Milano-Vienna, Vienna-Berlino, Berlino-Parigi e Berlino-Bruxelles, con nuove tratte via Berlino per Dresda, Praga, Amsterdam, Rotterdam e Anversa disponibili dal 25 marzo.

Viaggiare in camper

Camper APC
Camper APC

Viaggiare in modo sostenibile, senza rinunciare alla comodità, sembra qualcosa di inconciliabile. Eppure, uno studio dell’Università di Pisa, ha recentemente decretato che combinare comodità e sostenibilità è possibile: basta partire in camper. APC, promuove viaggi in camper come opzione sostenibile e confortevole, con suggerimenti per ridurre l'impatto ambientale durante il viaggio. L'installazione di pannelli solari e l'uso di illuminazione a Led sono solo alcune delle pratiche consigliate per un'esperienza di viaggio più eco-friendly. Importante anche ridurre al minimo l’utilizzo della plastica - dalla tavola al beauty case, in vacanza come nella vita quotidiana - ed entrare in contatto con il territorio scegliendo prodotti a km 0. In generale, il viaggiatore consapevole, considera la natura non solo come una fonte di divertimento e scoperta, ma come una preziosa compagna di viaggio da rispettare. L’Associazione Produttori Caravan e Camper vuole quindi creare consapevolezza nelle persone che scelgono di partire in camper, promuovendo un’idea green di viaggio senza però rinunciare al senso di libertà, accessibilità e avventura che caratterizza questa tipologia di vacanza. 

I giardini rigogliosi de La Mamounia

I giardina di La Mamounia
I giardina di La Mamounia

I giardini de La Mamounia, estesi su 1,500 m², rappresentano un'oasi di biodiversità nel cuore di Marrakech. Con oltre 200 olivi centenari, palme, 700 aranci, 5000 cespugli di rose, 21 specie di cactus, ma anche alberi da frutto come lime, peschi e fichi. Senza dimenticare le erbe aromatiche, dove la menta fa da regina: basti pensare che qui ne vengono coltivate varietà rarissime, come la menta-cioccolato e gli incroci con bergamotto, arancia e così via. Questi splendidi giardini nello storico hotel della Città Rossa, assomigliano quasi più a un parco dove passeggiare, rilassarsi, leggere e trascorrere il tempo rigenerandosi. 

Un'ospitalità sostenibile

Bluserena Hotels & Resorts, che vanta una collezione di 13 strutture posizionate sulle più belle spiagge d’Italia e in montagna, è uno dei principali protagonisti nel settore dell'ospitalità grazie anche al suo forte impegno verso la sostenibilità e l'inclusione sociale. La strategia del gruppo, denominata "Bluserena4Green", ha l’obiettivo infatti di rendere sempre più sostenibili i resort attraverso una serie di importanti implementazioni, alcune delle quali già avviate lo scorso anno come la riduzione significativa della plastica monouso, che ha comportato un risparmio di 43 quintali di plastica nello scorso anno, e l’introduzione di energia solare nei resort, con il progetto di dotare entro qualche anno tutti i resort di energia fotovoltaica. Lotta anche agli sprechi alimentari, l’obiettivo è quello a dimezzare lo spreco pro-capite del 50% entro il 2027, in linea con le tappe verso una sviluppo sostenibile dell'Agenda ONU 2030. L'impegno del gruppo si estende anche all'integrazione lavorativa di persone vulnerabili, guadagnandosi un riconoscimento da parte dell'UNHCR per l'efficace inserimento dei beneficiari di protezione internazionale.

L’hotel che tutela l'ambiente

Palladium Hotel Group
Palladium Hotel Group

Tra le misure più adottate da Palladium Hotel Group troviamo la politica di riduzione della plastica monouso, della carta nelle procedure operative e l’uso responsabile dell’energia, così come la decisione di sfruttare maggiormente le energie di tipo rinnovabile. Nell’ambito della biodiversità il gruppo alberghiero svolge diverse attività, come la creazione di spazi per la riabilitazione, il recupero e la protezione di specie protette, come le tartarughe marine o i fenicotteri; e ancora, il monitoraggio delle mangrovie e lo studio sui coralli e i programmi di pulizia delle spiagge, in cui i dipendenti dei vari hotel del gruppo sono coinvolti volontariamente. Inoltre, il gruppo collabora con National Geographic per educare sulle questioni ambientali nell’ambito del progetto: Communitas, proteggere in comunità