di Francesca Navari E’ ltalia a riportare il sorriso nel mondo con l’energia del canto. Sarà infatti il maestro Andrea Bocelli stasera ad aprire ufficialmente l’Expo’ di Dubai, il top event mediatico che già l’ha visto protagonista dell’ultima edizione 2015 a Milano. "Oltre a rappresentare per me il ritorno su questo prestigioso palco, auspico sia la ripartenza per tutti i Paesi", commenta l’artista, orgoglioso di essere ambasciatore ‘dell’infinita bellezza della mia Italia’. L’organizzazione si preannuncia esplosiva: il tenore - acclamatissimo negli Emirati Arabi - sarà la guest...

di Francesca Navari

E’ ltalia a riportare il sorriso nel mondo con l’energia del canto. Sarà infatti il maestro Andrea Bocelli stasera ad aprire ufficialmente l’Expo’ di Dubai, il top event mediatico che già l’ha visto protagonista dell’ultima edizione 2015 a Milano. "Oltre a rappresentare per me il ritorno su questo prestigioso palco, auspico sia la ripartenza per tutti i Paesi", commenta l’artista, orgoglioso di essere ambasciatore ‘dell’infinita bellezza della mia Italia’. L’organizzazione si preannuncia esplosiva: il tenore - acclamatissimo negli Emirati Arabi - sarà la guest star della serata inaugurale dell’Expo’ 2020 (posticipato di un anno a causa della pandemia) lasciando poi la scena ad altri interpreti come la popstar britannica Ellie Goulding, il pianista cinese Lang Lang, la 4 volte vincitrice Grammy Angelique Kidjo, l’attrice e cantautrice Andra Day, Hussain Al Jassmi e i cantanti emiratini Ahlam Al Shamsi e Mohammed Abdu e la libanese Mayssa Karaa. Un cast d’eccezione per uno show all’Al Wasl Plaza decisamente pirotecnico: infatti la cerimonia - già annunciata come un ‘big bang’ - è curata dall’italo-belga Franco Dragone, ex direttore creativo del Cirque du Soleil e La Perle, e Scott Givens, presidente e ceo di FiveCurrents. Il pubblico sarà avvolto dall’evento grazie a una piattaforma girevole con incredibili spettacoli di luci e un’inedita tecnologia immersiva.

"Partecipare all’evento inaugurale di Expo Dubai, sei anni dopo l’Expo milanese - premette il cantante dalla sua villa di Forte dei Marmi - mi restituisce l’idea di una ripartenza che spero possa estendersi al mondo intero. Sono felice e grato d’essere stato invitato dal maestro Franco Dragone e di far parte della sua poetica fantasmagoria creativa, trionfo di suoni e colori e natura, concepita per il palco inaugurale dell’Esposizione di Dubai. È un privilegio poter rappresentare ancora una volta, agli occhi del mondo, la cultura della bellezza che è cifra del mio amato Paese. Nel 2015, proprio per l’Expo, cantavo ’La forza del sorriso’, esortando a un gesto in cui credo fortemente, perché spinge all’ottimismo, è contagioso, è una medicina. Quel sorriso, ancor più dopo l’ultimo tormentato biennio – sottolinea l’artista che ha fatto di arte e italianità una vincente alchimia con 90 milioni di dischi venduti nel mondo – resta il messaggio che desidero trasmettere attraverso il mio canto, anche a Dubai: città che conosco e che amo, terra dinamica e affascinante in cui si respira il futuro e si apprezza particolarmente la sensibilità del canto italiano e del repertorio lirico, cogliendone la sua bellezza senza tempo".

Bocche cucite sul brano che Bocelli proporrà sulla scena di apertura dell’esposizione universale che darà inizio alle 182 giornate di Expo 2020 Dubai. Il tenore è peraltro reduce dallo straordinario concerto Global Citizen Live, l’evento che ha spaziato tra tutti i continenti per 24 ore e che l’ha visto collegato dalla sua Toscana.