14 mar 2022

"Energia green, gli Emirati sono un’opportunità"

BE IT, CRESCE LA FORESTA MADE IN ITALY Be It è una campagna digitale che racconta le eccellenze del made in Italy. Ogni 10mila visualizzazioni dello spot Be It, Ice si impegna piantare un albero. Lo fa attraverso una start up italiana che ha già piantato tre milioni di alberi nel mondo chiamata Treedom. Nasce così la prima foresta made in Italy
BE IT, CRESCE LA FORESTA MADE IN ITALY Be It è una campagna digitale che racconta le eccellenze del made in Italy. Ogni 10mila visualizzazioni dello spot Be It, Ice si impegna piantare un albero. Lo fa attraverso una start up italiana che ha già piantato tre milioni di alberi nel mondo chiamata Treedom. Nasce così la prima foresta made in Italy
BE IT, CRESCE LA FORESTA MADE IN ITALY Be It è una campagna digitale che racconta le eccellenze del made in Italy. Ogni 10mila visualizzazioni dello spot Be It, Ice si impegna piantare un albero. Lo fa attraverso una start up italiana che ha già piantato tre milioni di alberi nel mondo chiamata Treedom. Nasce così la prima foresta made in Italy

CON IL LORO IMPEGNO per la riduzione di emissioni e per l’aumento di energia pulita, negli Emirati Arabi Uniti "sono pianificati grandi investimenti" e "sul tavolo ci sono molte opportunità per una maggiore cooperazione con investitori internazionali e partner come quelli italiani, e noi abbiamo mostrato che la tecnologia c’è". Lo ha dichiarato l’ambasciatore italiano negli Emirati Arabi Uniti, Nicola Lener (nella foto), all’incontro "The global need to save energy" organizzato dall’agenzia Ice al Padiglione Italia di Expo 2020 Dubai.

Il talk è stato organizzato in occasione della partecipazione italiana al Middle East Energy 2022 con l’obiettivo di presentare le innovazioni italiane applicate al settore energetico. Introducendo il dibattito, il direttore dell’agenzia Ice a Dubai Amedeo Scarpa ha riferito che l’agenzia internazionale per le energie rinnovabili Irena ha stimato che è necessario aumentare del 30% gli investimenti di tutto il mondo per raggiungere un totale di oltre 131.000 miliardi di dollari da ora al 2050, per poter raggiungere davvero la transizione energetica. Per quanto riguarda l’Italia, Scarpa ha ricordato i fondi del Pnrr dedicati alla rivoluzione verde e alla transizione ecologica, "con circa 70 miliardi di euro pronti per essere investiti in questo campo nei prossimi anni". Al dibattito hanno partecipato il delegato per l’energia di Confindustria, Amedeo Regina; l’amministratore delegato di Sparkle, Elisabetta Romano, il chief innovation officer di Enel Ernesto Ciorra; il ceo di Watergy Francesco Favarò e la presidente di Green Arrow Capital Sgr Luisa Todini. Scarpa ha anche raccontato ‘Be It’, la campagna di nation branding lanciata dal ministero degli Esteri e l’agenzia Ice per raccontare il Made in Italy nel mondo e contribuire alla sostenibilità ambientale piantando alberi grazie alle visualizzazioni del suo spot video.

"Be It è principalmente una campagna digitale, e abbiamo già raggiunto oltre 5 miliardi di impression attraverso 20 canali anche negli Emirati Arabi Uniti su Facebook, Instagram, Twitter, Linkedin, Tik Tok e altri", ha riferito Scarpa. "Il collegamento di questa campagna con il nostro contributo a salvare il pianeta è che per ogni 10 mila visualizzazioni dello spot Be It, ci impegniamo a piantare un albero. Lo facciamo attraverso una start up italiana che ha già piantato tre milioni di alberi nel mondo chiamata Treedom", ha sottolineato. "Stiamo creando la prima foresta Made in Italy" con il contributo dei 26 Paesi che partecipano alla campagna, "compresi gli Emirati Arabi Uniti. Abbiamo già piantato 650 alberi in 3 regioni italiane, Toscana, Puglia e Basilicata".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?