Giovedì 18 Aprile 2024

Zanzibar, perché 8 bambini e una mamma sono morti “dopo aver mangiato carne di tartaruga”

Dopo le analisi, le autorità sanitarie confermano la diagnosi. Isabella Pratesi (WWF Italia): “Animale minacciato. Ecco perché la carne viene consumata nei paesi arabi e in Asia”

Roma, 11 marzo 2024 – A Zanzibar 8 bambini e una mamma sono morti, secondo quanto accertato finora, per aver mangiato carne di tartaruga marina. La tragedia si è verificata nell’isola di Pemba. Secondo le informazioni delle autorità, sarebbero diverse decine – per alcuni media 78 i ricoverati in ospedale. A novembre 2021 nello stesso luogo e per lo stesso motivo erano decedute 7 persone.

Approfondisci:

Tartaruga dilaniata da un’elica a Villa San Giovanni (Reggio Calabria). “La nostra corsa per tentare di salvarla”

Tartaruga dilaniata da un’elica a Villa San Giovanni (Reggio Calabria). “La nostra corsa per tentare di salvarla”

Approfondisci:

Tartarughe, ma in Italia si mangiano? L’esperto: “Ecco quali sono le nostre leggi”

Tartarughe, ma in Italia si mangiano? L’esperto: “Ecco quali sono le nostre leggi”
Approfondisci:

Cos’è il chelonitossismo e cosa c’entrano le alghe

Cos’è il chelonitossismo e cosa c’entrano le alghe

Otto bambini e una mamma sono morti a Zanzibar "dopo aver consumato carne di tartaruga marina"
Otto bambini e una mamma sono morti a Zanzibar "dopo aver consumato carne di tartaruga marina"
Approfondisci:

Specie aliene, dal gambero rosso alla formica di fuoco. “I danni in Italia e cosa bisogna fare”

Specie aliene, dal gambero rosso alla formica di fuoco. “I danni in Italia e cosa bisogna fare”

“Morti dopo aver mangiato carne di tartaruga”: che cosa sappiamo

Haji Bakari Haji, medico del distretto di Mkoani citato dall’agenzia Xinhua, ha spiegato che gli esami hanno confermato per tutti il consumo di carne di tartaruga. Fatale sarebbe stato il chelonitossismo, un’intossicazione alimentare legata al consumo di quelle carni.

Clicca qui se vuoi iscriverti al canale WhatsApp di Qn

Pratesi: “Consumate come se fossero pesce”

Isabella Pratesi del WWF Italia chiarisce: “La tartaruga marina in molte zone dell’Africa viene considerata pesce e quindi consumata soprattutto di venerdì per motivi religiosi. Non c’è la consapevolezza che invece di tratta di rettili, e quindi di carne”.

Tartarughe marine: le 3 minacce

“Le tartarughe marine – chiarisce Pratesi – sono animali minacciati, in via d’estinzione”. Ecco i 3 pericoli più gravi che indica la responsabile del programma conservazione del WWF Italia:

  • l’impatto delle plastiche, perché vivono in mare e quindi sono intossicate, possono morire anche perché con quei rifiuti si riempiono lo stomaco e mangiano di meno
  • sono cacciate dai pescatori e in tanti raccolgono anche le uova per mangiarle
  • soffrono per la distruzione del loro habitat, visto che le spiagge sono sempre più ‘occupate’ dall’uomo.

Tartarughe marine, dove si mangiano

"Le tartarughe marine – conclude Pratesi – vengono mangiate soprattutto nei paesi arabi e in Asia”.