Xi Jinping e Joe Biden in un incontro nel 2015 (Ansa)
Xi Jinping e Joe Biden in un incontro nel 2015 (Ansa)

Roma, 14 luglio 2021 - Torna il "telefono rosso", una linea diretta tra Usa e Cina per le comunicazioni d'emergenza tra superpotenze. È l'amministrazione di Joe Biden a valutare la possibilità di attivare una modalità di comunicazione diretta con il governo cinese da usare in casi di emergenza, un sistema aggiornato alle tecnologie odierne ma del tutto simile nella funzione al cosiddetto "telefono rosso" adottato tra gli Stati Uniti e l'allora Unione Sovietica durante la Guerra Fredda. Lo riporta la Cnn sottolineando che una proposta in questo senso non è stata ancora formalmente presentata a Pechino.

La "linea rossa" avrebbe permesso la comunicazione diretta tra la Casa Bianca e il Cremlino in modo da evitare un'eventuale guerra nucleare con l'ex Urss. Oggi l'amministrazione Biden vuole sviluppare uno strumento di comunicazione rapido, una sorta di "telefono rosso 2.0", che potrebbe rientrare in uno sforzo più ampio teso a ridurre il rischio di un conflitto tra Stati Uniti e Cina, spiega l'emittente Usa che cita un funzionario statunitense e un'altra fonte vicina ai colloqui su questa iniziativa.