Martedì 18 Giugno 2024

Un’altra strage a Gaza. Almeno 45 morti nella scuola. Tel Aviv: c’erano i terroristi. Hezbollah uccide italo-israeliano

La Spagna sostiene alla Corte dell’Aja le accuse del Sudafrica: "Netanyahu va processato". Sergente riservista colpito da un drone lanciato dal Libano. Le condoglianze di Tajani.

Un’altra strage a Gaza. Almeno 45 morti nella scuola. Tel Aviv: c’erano i terroristi. Hezbollah uccide italo-israeliano

Un’altra strage a Gaza. Almeno 45 morti nella scuola. Tel Aviv: c’erano i terroristi. Hezbollah uccide italo-israeliano

ROMA

Un terribile bombardamento israeliano su una scuola di Gaza; la Spagna che si schiera con il Sudafrica nella causa contro Israele per il presunto genocidio; la morte di un riservista italo-israeliano colpito mercoledì da un drone di Hezbollah. Ogni giorno porta la sua pena in Medio Oriente.

Sono almeno 45 le persone uccise in un bombardamento condotto ieri da Israele su una scuola gestita dalle Nazioni Unite nel campo profughi di Nuseirat, nella Striscia di Gaza: lo hanno riferito responsabili dell’ospedale Al-Aqsa, dove sono stati portati i corpi delle vittime. "È un nuovo terrificante esempio del prezzo pagato dai civili a Gaza" ha denunciato il segretario generale della Nazioni Unite Antonio Guterres. Philippe Lazzarini, capo dell’Unrwa, l’agenzia Onu per i rifugiati palestinesi, ha denunciato che "Israele ha bombardato la scuola senza preavviso". L’esercito israeliano replica sostenendo di aver effettuato "un attacco preciso contro un centro di comando: stimiamo che tra i 20 e i 30 terroristi di Hamas e della Jihad islamica fossero riuniti nella scuola e sono stati colpiti mentre erano riuniti in tre aule, separate dall’area dove erano rifugiati i civili".

Intanto, Madrid si è unita alla causa promossa dal Sudafrica presso la Corte penale internazionale (Cpi) contro Israele, per presunto genocidio e crimini di guerra contro l’umanità nella Striscia di Gaza. La Spagna è il primo Paese europeo a fare un passo in questo senso.

Tra le vittime di questi giorni, si è scoperto ieri, anche un italo-israeliano. "Rafael Kauders, un riservista italo-israeliano di 39 anni dell’esercito israeliano – ha annunciato il minstro degli Esteri Antonio tajani –, è stato ucciso a seguito di un attacco di Hezbollah nel Nord di Israele. Ho appena parlato con la famiglia, attiva nella comunità italiana in Israele, per esprimere le condoglianze a nome di tutto il Governo". Il sergente Kauders è morto dopo essere stato ferito dalla caduta di un drone esplosivo lanciato mercoledì da Hezbollah. La famiglia Kauders era originaria di Milano e si era trasferita in Israele da molti anni. Rafael Kauders era sposato e padre di quattro figli. Viveva a Zur Hadassa, vicino Gerusalemme.

Alessandro Farruggia