24 apr 2022

Terremoto oggi in Bosnia, nuova scossa di magnitudo 5.1. Avvertita anche in Puglia

L'epicentro a poche decine di chilometri da Mostar. Venerdì nella stessa area un violento sisma di magnitudo 6. La mappa Ingv con le segnalazioni in Italia

featured image
Terremoto in Bosnia oggi, avvertito anche in Puglia. Ecco dove. La mappa Ingv

Roma, 24 aprile 2022 - Terremoto in Bosnia-Erzegovina, una nuova scossa, di magnitudo 5.1, vicino a Ljubnie, poco sopra Mostar, a 22 chilometri di profondità, è stata avvertita questa mattina alle 6.27. Lo riferisce l'Ingv. L’epicentro è a 43 chilometri a Sud Est di Mostar. Il sisma è stato avvertito anche in Puglia. 

Dopo il forte sisma di magnitudo 6 registratosi alle 23.07 di venerdì, si erano susseguite una trentina di altre scosse di assestamento. Come riferiscono i media regionali, la più forte è stata di magnitudo 4.1.

Tutte hanno interessato l’Erzegovina, la regione meridionale del Paese ex jugoslavo colpita dal forte terremoto di venerdì. Il bilancio provvisorio per fortuna non sembra essersi aggravato, ed è fermo a un morto, diversi feriti e diffusi danni materiali, la cui entità è in corso di accertamento.

La vittima

La vittima è una giovane donna di 28 anni morta in un ospedale di Mostar dove era stata condotta dopo essere rimasta gravemente ferita nella sua casa a Stolac.

I danni

Le località con i danni maggiori provocati dalle scosse sono Stolac e Ljubinje, quelle più vicine all’epicentro del sisma di venerdì. Si tratta in generale di cornicioni e ciminiere crollati in vecchi edifici, crepe nei muri degli stabili, auto danneggiate da detriti e smottamenti.

Mostar

Anche a Mostar, la città più grande della regione e capoluogo dell’Erzegovina, si sono registrati danni materiali. Migliaia di persone, fuggite in strada ieri sera in preda al panico, hanno trascorso la notte all’aperto in tante località dell’Erzegovina.

Zona sismica

I Balcani sono tradizionalmente una zona a forte attività sismica. L’ultima forte scossa tellurica nella regione si era registrata il 29 dicembre 2020 in Croazia, quando un terremoto di magnitudo 6.4 aveva causato sette morti e notevoli danni materiali a Petrinja, a sud della capitale Zagabria. Nel marzo precedente la stessa Zagabria era stata colpita da un forte sisma di magnitudo 5.3, che aveva provocato ingenti danni agli edifici del centro storico. Nel novembre 2019 oltre 50 persone erano morte in Albania in conseguenza di un forte terremoto di magnitudo 6.4 che aveva lasciato senza casa migliaia di persone.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?