Lunedì 17 Giugno 2024

Giappone, terremoto magnitudo 7.5: quattro morti. Incubo sciame con reazione a catena: “Non esclusa altra nuova scossa”

Onde alte circa 1,20 metri hanno raggiunto la città di Wajima, a circa 500 chilometri da Tokyo. Secondo le autorità l’allerta tsunami è “in gran parte superata”. Oltre 51mila persone evacuate, gravi danni alla rete elettrica. Meloni: “Italia pronta a fornire tutto il sostegno”

Tokyo, 1 gennaio 2024 – Un violento terremoto di magnitudo 7.5 ha colpito oggi la costa centro-occidentale del Giappone creando un allarme tsunami per onde alte fino a 5 metri di altezza. Allerta che tuttavia è rientrata dopo alcune ore e dopo che le prime onde di 1,20 metri hanno raggiunto la città di Wajima, nella prefettura di Ishikawa.

Approfondisci:

Terremoto in Giappone oggi: scossa di magnitudo 6.3, controlli nella centrale nucleare di Ikata

Terremoto in Giappone oggi: scossa di magnitudo 6.3, controlli nella centrale nucleare di Ikata
Approfondisci:

Tokyo, il video dell’aereo in fiamme sulla pista di Haneda: il momento in cui prende fuoco

Tokyo, il video dell’aereo in fiamme sulla pista di Haneda: il momento in cui prende fuoco

Quattro le vittime accertate. Il governatore della prefettura di Ishikawa, Hiroshi Ase, ha chiesto al governo l'impiego della forze di Autodifesa nelle aree colpite dal sisma. Oltre 51mila le persone evacuate, i media locali riferiscono di gravi danni alla rete nazionale, con numerosi tralicci divelti. Sospeso il servizio del treno ad alta velocità Shinkansen in tutta la regione del Tohoku, la stessa della catastrofe di Fukushima. I sismologi giapponesi non escludono la possibilità di una lunga serie di scosse di assestamento su larga scala, incluso un altro sisma di forte magnitudo generato da una reazione a catena. Intanto la premier Giorgia Meloni annuncia che “l’Italia è pronta a fornire tutto l’aiuto e il sostegno al Giappone”.

Terremoto in Giappone, case crollate a Wajima (Ansa)
Terremoto in Giappone, case crollate a Wajima (Ansa)

Come conseguenze del terremoto, viene segnalato un incendio – subito domato – in un trasformatore della centrale nucleare di Shika, nella prefettura di Ishikawa. Un portavoce del governo assicura che non si sono verificate anomalie al funzionamento dell'impianto.

Approfondisci:

Terremoto in Giappone, video choc in rete: momenti da incubo in un parcheggio sotterraneo

Terremoto in Giappone, video choc in rete: momenti da incubo in un parcheggio sotterraneo

Onde oltre un metro di altezza

La minaccia dello tsunami è “in gran parte passata” dopo che onde alte più di un metro avevano già colpite alcune zone, ha affermato il Pacific Tsunami Warning Center con sede alle Hawaii. 

Le onde alte circa 1,20 metri hanno raggiunto la città di Wajima, a circa 500 chilometri a ovest di Tokyo intorno alle 16,21 ora locale (le 8,21 in Italia). L'emittente pubblica NHK ha attivato la programmazione di emergenza, con conduttori che esortavano le persone ad allontanarsi dalla costa e cercare rifugio su terreni più elevati. "Ci rendiamo conto che la vostra casa, le vostre cose sono tutte preziose per voi, ma le vostre vite sono importanti sopra ogni altra cosa. Correte sul terreno più alto possibile", ha detto agli spettatori un presentatore dell'emittente NHK.

Il terremoto ha colpito la regione di Noto, nella prefettura di Ishikawa. L’Agenzia meteorologica giapponese (JMA) ha affermato che la regione, sul lato del Mar del

Giappone dell'isola principale del Giappone, Honshu, ha subito una rapida successione di terremoti, iniziando con una scossa di magnitudo 5,7 alle 16,06 ora locale, seguita da una di magnitudo 7,6 alle 16,10, un terremoto di magnitudo 6,1 alle 16,18, uno di magnitudo 4,5 alle 16,23. 

Il video dello tsunami sulla costa del Giappone

Allerta anche in Russia e in Corea del Sud

L'allerta tsunami con conseguente evacuazione della popolazione in alcune zone è stata dichiarata anche sull'isola russa di Sakhalin, nella città di Vladivostok e nella vicina Nakhodka. Lo ha riferito la sede regionale del ministero per le Situazioni di emergenza russo. “Le parti costiere della costa occidentale di Sakhalin potrebbero essere colpite dalle onde dello tsunami”, afferma il ministero aggiungendo che le navi stanno uscendo dai porti e si dirigono in mare aperto.

Anche la Corea del Sud ha emesso un allarme tsunami in alcune zone del Mare Orientalee. La Korea Meteorological Administration (Kma) ha affermato che il forte sisma del Giappone potrebbe provocare uno tsunami al largo della costa orientale della Corea del Sud. Secondo la Kma lo tsunami potrebbe raggiungere la costa al largo della città orientale di Gangneung entro le 18:29 ora locale e la città sud-orientale di Pohang entro le 19:17. 

I precedenti in Giappone

Il Giappone ha rigide norme di costruzione intese a garantire che gli edifici possano resistere a forti terremoti e tiene regolarmente esercitazioni di emergenza per prepararsi a una forte scossa. Ma il Paese è ossessionato dal ricordo di un enorme terremoto sottomarino di magnitudo 9.0 al largo del nord-est del Giappone nel marzo 2011, che ha innescato uno tsunami che ha causato circa 18.500 morti o dispersi e mandato in fusione tre reattori della centrale nucleare di Fukushima, provocando il peggior disastro del dopoguerra in Giappone e il più grave incidente nucleare dai tempi di Chernobyl. Nel marzo 2022, un terremoto di magnitudo 7,4 al largo della costa di Fukushima ha scosso vaste aree del Giappone orientale, uccidendo tre persone.

Clicca qui se vuoi iscriverti al canale WhatsApp di Qn