Le orche intrappolate nel ghiaccio. Il video commuove il Giappone, ma loro si sono già liberate

La dozzina di cetacei, bloccati nei ghiacci alla deriva al largo di Hokkaido, avrebbero ripreso il mare, secondo i funzionari inviati dal governo. Il filmato era diventato virale sul web

Le orche intrappolate nel ghiaccio al largo di Hokkaido

Le orche intrappolate nel ghiaccio al largo di Hokkaido

Tokyo, 7 febbraio 2024 - Si sarebbero liberate le orche intrappolate nel ghiaccio alla deriva al largo di Hokkaido. Il video del canale giapponese Nhk, che mostrava una dozzina di questi cetacei ammassati in uno spazio minimo tra i ghiacci, con la testa fuori dall'acqua per respirare, è diventato virali sul web. Il filmato è stato girato casualmente da Seiichiro Tsuchiya, un esperto di vita marina, durante una ricerca sui leoni marini. Da quando la tv giapponese lo ha trasmesso le autorità governative sono state travolte dalle telefonate dei cittadini preoccupai. Così sono stati inviati alcuni funzionari governativi a studiare la situazione.

Le orche sono state avvistate per primo da un pescatore all'inizio di questa settimana, a quasi un chilometro al largo dell'isola settentrionale del Giappone. Ma mentre un gruppo ambientalista proponeva l'utilizzo di un rompighiaccio per liberare gli animali intrappolati, l'ultimo aggiornamento dei funzionari inviati a Hokkaido faceva sapere che le orche non sono più lì. "Crediamo che siano riuscite a fuggire sane e salve", ha detto un funzionario di Rausu, sulla penisola di Shiretoko, sito patrimonio mondiale dell'UNESCO per la sua abbondante fauna selvatica.

Le orche, secondo gli esperti, erano rimaste intrappolate probabilmente per l'impossibilità di sfuggire al ghiaccio senza respirare a lungo, infatti questi cetacei a differenza di altre grandi balene, non possono rimanere sott'acqua per troppo tempo e devono riemergere ogni pochi minuti.

Gli abitanti della zona hanno ricordato che non era la prima volta che accadeva, infatti nel 2005 diverse orche assassine morrirono intrappolate nel ghiaccio al largo di Rausu.