Il logo "I love New York" di Milton Glaser
Il logo "I love New York" di Milton Glaser

New York, 27 giugno 2020 -  A lui si deve l'iconico logo "I love New York" che ha fatto il giro del mon do. E' morto l'artista e illustratore statunitense Milton Glaser, maestro e 'principe' dei graphic designer del secondo Novecento, che ha cambiato il vocabolario della cultura visiva degli anni '60 e '70 con manifesti, riviste, copertine di libri e dischi estroverse dai colori vivaci.

Tante le creazioni per cui è diventato celebre: fra queste ad esempio il poster del 1967 di Bob Dylan con i capelli psichedelici e popolare per l'iconico logo "I love New York" (1976). L'opera di Graser ha toccato anche l'Italia: nel 1970 creò un manifesto per la Olivetti. Sempre nel nostro Paese realizzò poster per Campari (con un riferimento alle nature morte del suo maestro Morandi) e per il 50° anniversario della Vespa Piaggio nel 1996 "Vespa 50 - 50 years of Vespa"). 

Il logo "I ♥ NY" venne ideato nel 1976 per la campagna di promozione del turismo nello stato di New York poi lanciata l'anno successivo. Abbozzato sul retro di una busta con un pastello rosso durante una corsa in taxi, è stato stampato con lettere nere con un cuore rosso ciliegia che indica la parola "amore". Il logo è diventato ben presto un simbolo riconosciuto di New York, quasi come l'Empire State Building o la Statua della Libertà. "Sono sbalordito da quello che è successo a questa piccola, semplice idea", raccontò Glaser in un'intervista

Milton Glaser è morto ieri, nel giorno del suo 91esimo compleanno, a Manhattan. L'annuncio della scomparsa è stato dato dalla moglie Shirley al "New York Times", precisando che il marito è deceduto in seguito ad un ictus collegato ad un'insufficienza renale.

L'opera di Glaser è caratterizzata dall'immediatezza, originalità:  i progetti grafici spaziano dal manifesto ai logotipi, dalle cinghie per raccogliere libri, alle cover di album musicali, alle pubblicità varie e illustrazioni per riviste.