Martedì 16 Aprile 2024

La X di Musk, una variabile allarmante

Elon Musk, con il suo X, suscita preoccupazioni per il suo ruolo nei delicati equilibri internazionali, tra controversie su interviste a Putin e censura su Yulia Navalny su Twitter. Il suo impatto sui social media in vista delle elezioni è oggetto di interrogativi sulla sua responsabilità.

Massi

Se si mettono in fila le cose e non si crede all’errore c’è quanto meno da preoccuparsi. E da chiedersi: a che gioco sta giocando Elon Musk con il suo X? Un gioco che rischia di essere pericoloso se si guarda all’orizzonte e all’orizzonte ci sono due appuntamenti elettorali che non riguardano solo il futuro dell’Europa e degli Stati Uniti, ma anche gli equilibri (piuttosto precari) internazionali.

Nel giro di una settimana mister Tesla – che si è comprato la piattaforma di microblogging considerata un tempo teatro del pensiero liberal, cambiandone anche il nome da Twitter a X – ha prima assecondato la volontà dell’ex anchorman della Fox Tucker Carlson di pubblicare integralmente (e senza filtri) la versione dello zar. Tecnicamente era un’intervista a Vladimir Putin, in realtà si è trasformata in un discorso sul futuro della Russia (tra un mese ci saranno le elezioni, senza rivali per lo zar) e del mondo, dove sono in corso due guerre in Ucraina e Medio Oriente. Dopodiché lo stesso Musk in un’intervista ha sostenuto, proprio quando Kiev faceva filtrare che la Russia stesse utilizzando il sistema di satelliti Starlink del signor Tesla, che non c’è possibilità che Putin possa perdere la guerra. Infine ieri il pasticcio Yulia, la moglie di Navalny, cui è stato fatto sparire il proprio account su X. Salvo, con la montante protesta internazionale che ne chiedeva direttamente conto a Musk, far riapparire il profilo di Yulia, sostenendo che si era trattato di un errore. Algoritmi-censori che sembrano funzionare a corrente alternata: lassisti con i proclami di Putin e intransigenti con la moglie di Navalny. Il ruolo più in generale dei social media – come ci stiamo accorgendo da tempo – può essere se non determinante, quanto meno influente in elezioni polarizzate. Quanta coscienza e senso di responsabilità – dopo che i rivali del settore stanno correndo ai ripari per bloccare le fake news – è lecito attendersi da Musk?