L'Isis decapita peshmerga curdi (da iraqinews)
L'Isis decapita peshmerga curdi (da iraqinews)

Baghdad, 20 marzo 2015 - Nuovo orrore dello Stato Islamico (Isis). Questa volta gli uomini del Califfato hanno diffuso in rete un video nel quale viene mostrata la decapitazione di tre presunti combattenti delle forze regionali curde-irachene dei Peshmerga; e per la prima volta i boia a volto scoperto, prima di sgozzare le loro vittime, pronunciano le loro condanne in lingua curda. 

Il video, che porta la firma della provincia di Ninive (Nord Iraq) del Califfato, è intitolato "Risposta dei Giusti ai bombardamenti degli apostati". Il filmato, che è girato nell'ormai consueta tecnica di rappresentazione cinematografica, è realizzato come un servizio giornalistico: comincia con interviste a civili che si lamentano dei raid aerei della coalizione internazionale mentre vengono mostrate le immagini della distruzione delle loro abitazioni colpite da missili. 

Quindi si passa ad una dimostrazione di forza sullo stile dell'esecuzione del pilota giordano con i combattenti dell'Isis a volto coperto che si mettono in mostra con le loro divise militare ed i loro kalashinkov. 

Infine, prima della decapitazione, vengono annunciati sul video i nomi e le tribù dei tre uomini vestiti con la solita tuta color arancione. Lo scorso 22 febbraio l'Isis aveva pubblicato in rete un video nel quale venivano mostrati degli ostaggi curdi rinchiusi in gabbie a bordo di pick-up mentre percorrevano in mezzo alla folla una strada di una cittadina a ovest di Kirkuk nel Nord dell'Iraq.