Giovedì 18 Aprile 2024

Putin silura il capo della Marina russa. Meloni frena Macron: “No a intervento diretto, si rischia escalation”. Lega: “Premier in sintonia con Salvini”

Moiseyev è il nuovo comandante, la decisione di Putin dettata dalla perdita di numerose navi sotto i droni ucraini. Le forze russe hanno preso il controllo di un villaggio vicino ad Avdiivka. Zelensky chiede altri Patriot. Germania, soldato accusato di spionaggio per Mosca

Mosca, 19 marzo 2024 – Dopo giorni di speculazioni è arrivata la conferma: Nikolai Yevmenov è stato dismesso dal ruolo di comandante capo della Marina militare russa, sostituito da Aleksander Moiseyev. La notizia arriva a due giorni dalla rielezione di Vladimir Putin in elezioni considerate non libere, né democratiche, da parte dell’Occidente, e che potrebbero anticipare un generale rimpasto di governo dopo l’insediamento ufficiale in programma il 7 maggio.

Approfondisci:

Studente fa il gesto della pistola contro Meloni al Senato. La premier: “Colpisce, nell’anniversario di Marco Biagi”

Studente fa il gesto della pistola contro Meloni al Senato. La premier: “Colpisce, nell’anniversario di Marco Biagi”
Moiseyev e il ministro della difesa russo Shoigu (Ansa)
Moiseyev e il ministro della difesa russo Shoigu (Ansa)

Moiseyev è una figura ben nota negli altri quadri militari russi: con un passato di servizio presso vari sottomarini, nel 2018 è stato nominato alla guida della flotta del mar Nero, giocando un ruolo centrale nell’incidente dello stretto di Kerch del 2019. In quell’occasione, le forze russe avevano preso in ostaggio tre imbarcazioni ucraine che avevano tentato di dirigersi verso il mare di Azov. Più tardi, quello stesso anno, è stato trasferito a capo della flotta settentrionale. Dal 2011 è insignito dell’onoreficenza di Eroe della Federazione Russa

The Moscow Times suggerisce che la sostituzione possa essere dovuta alle presunte due dozzine di navi russe perse nel mar Nero dallo scoppio della guerra in Ucraina nel febbraio 2022. Un grande imbarazzo per il Cremlino, che ha di conseguenza spostato la sua base principale da Sebastopoli in Crimea (formalmente una regione Ucraina, occupata dal 2014) a Novorossiysk, più ad est e in territorio riconosciuto internazionalmente come russo. 

Intanto, in Ucraina, le forze del Cremlino hanno preso il controllo di Orlivka, al confine con la Russia, a 4 chilometri da Avdiivka. 

Se vuoi iscriverti al canale WhatsApp di Qn clicca qui

19:40
Francia: "Duemila nostri soldati in Ucraina? Da Mosca fake news e irresponsabili provocazioni"

Disinformazione e provocazioni: così il ministero della Difesa francese ha liquidato le osservazioni del capo dei servizi segreti esteri russi Sergei Naryshkin, secondo cui Parigi si preparerebbe a inviare 2.000 soldati in Ucraina. "La manovra orchestrata da Sergei Naryshkin, direttore dell'intelligence estera russa, illustra ancora una volta l'uso sistematico della disinformazione da parte della Russia", ha affermato il ministero francese su X. "Consideriamo questo tipo di provocazione irresponsabile". Questa mattina Naryshkin ha affermato che la Russia è a conoscenza del fatto che la Francia "sta preparando un contingente militare di 2.000 uomini" da inviare in Ucraina, aggiungendo che se le truppe francesi arrivassero nel Paese invaso, diventerebbero "un obiettivo prioritario legittimo per gli attacchi delle forze armate russe".

18:29
Lega: "Le parole della premier Meloni in sintonia con Salvini"

"Le parole della presidente Giorgia Meloni sull'Ucraina, con particolare riferimento al rischio escalation, confermano la linea responsabile e di buonsenso del governo italiano così come auspicato da sempre dalla Lega", hanno sottolineato fonti del partito di Matteo Salvini che confermano la "piena sintonia" tra il vicepremier e Meloni.

14:49
Meloni: "No a intervento diretto, si rischia escalation"

La premier Giorgia Meloni, durante le comunicazioni al Senato in vista del Consiglio Ue, ha commentato la "proposta avanzata dalla Francia circa il possibile intervento diretto" ribadnendo "anche in questa Aula che la nostra posizione non è favorevole a questa ipotesi foriera di un'escalation pericolosa da evitare a ogni costo". La premier ha quindi auspicato compattezza sulla posizione del governo.

14:44
Germania, un soldato accusato di essere una spia russa

La procura di Karlsruhe ha accusato un soldato tedesco impiegato all'ufficio federale dell'equipaggiamento, informazioni e tecnologia della Bundesweher di spionaggio a favore dei servizi segreti russi. Il sospetto è anche accusato di aver violato il segreto di Stato. L?eventuale processo sarà deciso dalla divisione sicurezza dell'Alta corte regionale di Düsseldorf.

14:31
Zelensky agli alleati: "I Patriot non sono fatti per stare in magazzino"

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky è tornato a chiedere aiuti agli alleati. Il leader ucraino ha reso noto che da inizio marzo le forze di Mosca "hanno usato 130 diversi tipi di missili, più di 320 droni Shahed", di fabbricazione iraniana, e "circa 900 bombe guidate" in Ucraina. Zelensky ha sottolineato che "i Patriot non sono stati concepiti per accumulare polvere nei magazzini".  "Ogni giorno e ogni notte la Russia usa droni, missili e bombe guidate per una guerra terroristica contro la nostra gente, contro le città e le località ucraine", sil legge nel post su X. Il capo di Stato ha rivendicato che "l'Ucraina abbia dimostrato di essere in grado di abbattere con successo missili e droni dei terroristi russi e anche di distruggere aerei militari russi.  Queste azioni salvano migliaia di vite e consentono il funzionamento dell'economia ucraina". Ma "abbiamo bisogno di maggiore protezione, soprattutto di un numero realistico di sistemi di difesa aerea in possesso dei nostri partner".

Il sistema missilistico Patriot
Il sistema missilistico Patriot
13:20
Zelensky: "Da inizio marzo 900 bombe guidate da Mosca"

"Ogni giorno la Russia conduce una guerra terroristica contro il nostro popolo, le città e i villaggi dell'Ucraina. Solo dall'inizio di marzo, le truppe russe hanno lanciato sull'Ucraina 130 missili di diverso tipo, più di 320 Shahed e quasi 900 bombe guidate", ha scritto il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, su Telegram. "L'Ucraina ha dimostrato di poter abbattere efficacemente missili e droni dei terroristi russi. Queste azioni salvano migliaia di vite e permettono all'economia ucraina di funzionare. Ma abbiamo bisogno di maggiore protezione". E ancora: "I Patriot dovrebbero proteggere vite umane, non prendere polvere nei depositi". 

12:49
Borrell: "Quest'estate Mosca aumenterà l'attività militare"

"Tutto verrà deciso questa estate. Questa estate sarà critica. La Russia sta colpendo la posizione degli ucraini ogni giorno, per indebolirle, e quando arriverà la primavera Mosca certamente aumenterà l'attività militare - ha affermato l'altro rappresentante Ue Josep Borrell in un incontro con i giornalisti - È impossibile penetrare le linee russe senza un sostegno forte. Quando arriveranno gli F-16? Daremo i missili a lunga gittata o no? Per ora la Germania dice no ma chissà, ha detto no ad ogni passo".

11:34
Ucraina, caduta Orlivka

Le forze russe hanno preso il controllo di Orlivka, piccolo villaggio a 4 chilometri da Avdiivka, caduta un mese fa. La località si trova poco distante dal confine con la Russia, nel Donbass.

​​​​

Approfondisci:

Guerra in Ucraina, Avdiivka è caduta: Kiev si ritira. Zelensky: “Agire ora contro Putin o sarà una catastrofe”

Guerra in Ucraina, Avdiivka è caduta: Kiev si ritira. Zelensky: “Agire ora contro Putin o sarà una catastrofe”
11:20
Aleksander Moiseyev nominato comandante capo della Marina russa

Arriva l'ufficialità da Mosca: Nikolai Yevmenov è stato sollevato dalla sua posizione di comandante capo della Marina militare russa, sostituito da Aleksander Moiseyev. L'annuncio è stato comunicato durante la Giornata del sottomarino russo a Kronstadt, nei pressi di San Pietroburgo. Classe 1962, Moiseyev è stato comandante della flotta settentrionale. La scelta di sostituire Yevmenov potrebbe essere dettata dalla perdita di numerose navi nel mar Nero sotto i droni ucraini.