Venerdì 19 Aprile 2024

Guerra in Medio Oriente, Gli Houthi: “Useremo armi sottomarine nel Mar Rosso”. Colloqui a Parigi sugli ostaggi

Anp boccia il piano post-guerra di Netanyahu. Intanto il ministero della sanità palestinese comunica che i morti nella Striscia di Gaza sono saliti sopra quota 29mila dall’inizio del conflitto

Roma, 23 febbraio 2024 – Continuano gli attacchi israeliani e le incursioni nella Striscia di Gaza mentre la diplomazia continua a cercare una via d’uscita al conflitto. Una giornata che vede soprattutto uno scontro sulla questione del piano post-bellico presentato dal primo ministro Benjamin Netanyahu e rigettato dalle autorità palestinesi.

I danni dei bombardamenti a Gaza
I danni dei bombardamenti a Gaza

18:12
Iniziati i colloqui a Parigi su rilascio ostaggi

 I mediatori hanno intensificato gli sforzi per raggiungere un cessate il fuoco nella Striscia di Gaza per cercare di evitare l'avvio di un'operazione nella città di Rafah, dove si trova oltre un milione di rifugiati palestinesi.  
Israele intende procedere con l'attacco se non verrà raggiunto un accordo in breve tempo sul rilascio degli ostaggi detenuti a Gaza, malgrado l'opposizione degli Stati Uniti.

17:28
Blinken: "Non vogliamo la rioccupazione di Gaza nel post-guerra"

"Per quanto riguarda i piani post-Gaza ho letto dei report ma non ho visionato il piano israeliano. Ad ogni modo ci sono dei principi di base che vogliamo far rispettare e tra questi che non ci dev'essere nessuna rioccupazione israeliana a Gaza". Lo ha detto il segretario di Stato Usa, Antony Blinken, oggi in visita in Argentina. In Medio Oriente "siamo decisi a far terminare il conflitto in modo che non si ripeta un 7 ottobre ma neanche quello che sta soffrendo il popolo palestinese", ha aggiunto.

15:05
Media: "Servizi russi dietro alle stelle di David trovate a Parigi"

Ci sarebbe la Russia di Vladimir Putin dietro ai graffiti con le stelle di David rinvenute nella regione di Parigi lo scorso ottobre dopo l'attacco di Hamas in Israele. Secondo una nota della Direzione generale dei servizi di sicurezza interna (Dgsi) della Francia, rivelata da Le Monde, la cosiddetta operazione 'stelle di David' è stata direttamente pilotata dal "quinto servizio del Fsb" russo, incaricato delle operazioni internazionali dei servizi segreti di Mosca. Una campagna di disinformazione, prosegue Le Monde, condotta nel quadro di una più vasta operazione di ingerenze russe in diversi Paesi dell'Ue nonché in Moldavia. 

12:05
Gli Houthi: "Useremo armi sottomarine nel Mar Rosso"

Gli Houthi dello Yemen non si fermano e annunciano nuovi attacchi nel Mar Rosso con l'utilizzo di "armi sottomarine" per continuare cosi' a rispondere agli attacchi sferrati dall'esercito israeliano nei confronti della popolazione palestinese della Striscia di Gaza. A darne l'annuncio Abdul Malik al-Houthi, leader del movimento sciita yemenita sostenuto dall'Iran "Le nostre operazioni a sostegno del popolo palestinese nel Mar Rosso, nel golfo di Aden e nello stretto di Bab el Mandab non si fermano, anzi ora aumenteranno di intensita' ed efficacia con l'uso di armi sottomarine", ha detto Abdul Malik Al-Houthi in un discorso pronunciato in tv.

11:43
Israele bombarda il sud del Libano: due paramedici morti

Due paramedici sono morti in un attacco aereo nel sud del Libano, nella città di Bint Jbeil, a pochi chilometri dal confine. La denuncia arriva dalla Lebanon's Civil Defence, il corpo di soccorso nazionale, secondo cui i missili che hanno colpito il centro medico sono stati esplosi dall'esercito israeliano.

10:50
Ministero degli Esteri palestinese: "Piano è ritorno all'occupazione israeliana"

Il piano per il dopoguerra a Gaza presentato dal premier israeliano Benjamin Netanyahu e' "una dichiarazione formale del ritorno dell'occupazione nella Striscia di Gaza e un tentativo di guadagnare piu' tempo per attuare il piano di espulsione" dei palestinesi residenti. E' il commento del ministero degli Esteri di Ramallah, che lo ha definito "uno stratagemma per aggirare e sabotare gli sforzi degli Stati Uniti e della comunita' internazionale per raggiungere un cessate il fuoco e il rilascio dei prigionieri in modo da garantire la continuita' del governo di Netanyahu".

10:21
Ministero della Sanità di Gaza: "29.514 morti da inizio guerra"

Sale a 29.514 il bilancio delle vittime dall'inizio della guerra tra Hamas e Israele a cui si aggiungono anche 69.616 feriti, secondo una dichiarazione del ministero della Sanità di Gaza, controllato da Hamas.  Nelle ultime 24 ore sono state uccise 104 persone e 160 sono rimaste ferite.

10:10
Anp: "Piano post guerra di Netanyahu destinato a fallire"

L'Autorità nazionale palestinese (Anp) di Abu Mazen ha respinto il Piano del governo di Benyamin Netanyahu per il dopoguerra a Gaza. Il portavoce del presidente Nabil Abu Rudeina - citato dalla Wafa - ha detto che "Gaza sarà solo parte dello stato palestinese indipendente con Gerusalemme come capitale, e qualsiasi piano diverso da quello è destinato al fallimento". "Israele - ha aggiunto non riuscirà nei suoi tentativi di cambiare la realtà e i dati demografici di Gaza. Se il mondo vuole sicurezza e stabilità nella regione, deve porre fine all'occupazione e riconoscere lo Stato palestinese indipendente".

09:20
L'Egitto ha costruito un muro di 3 km al confine

Secondo BBC Verify, l`Egitto ha costruito un muro di oltre tre chilometri la scorsa settimana e c`è stata un' "ulteriore bonifica di una vasta area vicino al confine con Gaza".  All'inizio di febbraio, l'Egitto aveva iniziato a costruire un'area circondata da alti muri di cemento al confine con la Striscia, che avrebbe dovuto ospitare i palestinesi in fuga da Rafah. La Bbc afferma che "le autorità della provincia egiziana del Nord Sinai hanno rilasciato una dichiarazione in cui si afferma che `le forze armate stanno allestendo un`area logistica per ricevere aiuti per 
Gaza` per allentare la congestione sulle strade vicino al confine", "aree di attesa per i camion, magazzini sicuri, uffici amministrativi e alloggi per gli autisti".

09:08
Israele: uccisi 10 terroristi a Gaza City

L'esercito israeliano ha affermato di aver ucciso oltre 10 ''terroristi'' durante operazioni in corso nel quartiere Zeitoun di Gaza City, precisando di aver eliminato i miliziani di Hamas con ''il fuoco dei cecchini e per mezzo di velivoli teleguidati ed elicotteri da combattimento''. Ha inoltre affermato di aver localizzato tunnel e depositi di armi di Hamas nella zona. L'esercito israeliano ha aggiunto di aver ucciso più di 10 combattenti di Hamas nella parte occidentale di Khan Younis.

08:40
Il Piano post guerra prevede chiusura dell'Urwa

Uno degli aspetti chiave del Piano del governo di Benyamin Netanyhau per il dopoguerra a Gaza è la chiusura dell'Unrwa. Dopo aver ricordato il presunto coinvolgimento di 12 membri dell'Agenzia nel 7 ottobre, il Piano afferma che Israele lavorerà per sostituire l'agenzia con «organizzazioni umanitarie internazionali responsabili». Il Piano indica poi i principi nel breve termine, ovvero la continuazione della guerra fino al raggiungimento degli obiettivi: la distruzione della capacità militari e delle strutture di governo di Hamas e della Jihad islamica, ritorno degli ostaggi, rimozione di ogni minaccia di sicurezza da parte di  Gaza.

08:04
Netanyahu presenta un piano post guerra

Il primo ministro israeliano Benyamin Netanyahu ha presentato ieri sera per la prima volta formalmente al gabinetto di sicurezza un documento di principi sulla gestione di 
Gaza dopo la guerra