Emiliano Sala (Ansa)
Emiliano Sala (Ansa)

Parigi, 22 gennaio 2019 - Poche, pochissime spereanze per le sorti di Emiliano Sala. Le ricerche dell'aereo scomparso ieri sera sul Canale della Manica, con a bordo il calciatore argentino di origine italiane, sono state sospese. Così ha annunciato la polizia, precisando che le possibilità di trovare superstiti sono "minime". "Non ci aspettiamo di trovare sopravvissuti - ha aggiunto il responsabile dei soccorritori, John Fitzegald -, non sappiamo come l'aereo sia scomparso. È completamente svanito, non c'è stata alcuna conversazione radio", ha concluso. 

Ieri sera il calciatore Emiliano Sala, 28enne attaccante del Cardiff City, stava viaggiando insieme a due altre persone dallo scalo francese di Nantes Atlantique verso Cardiff a bordo di un piccolo aereo. Intorno alle ore 19:20 (le 20:20 in Italia) la torre di controllo di Jersey ha segnalato che il velivolo era scomparso dai radar. Immediatamente sono scattate le operazioni di ricerca, ma dopo qualche ora erano già state interrotte a causa del maltempo. Stamani è stata avviata una nuova fase di ricerche, con mezzi britannici e francesi, coordinati dalla Guardia costiera di Guernesey. Ma invano. Le ricerche sono state nuovamente sospese.

Questo pomeriggio la madre di Sala ha riferito ai microfoni di C5N che l'aereo sul quale stava viaggiando suo figlio apparteneva "al presidente del Cardiff", il club calcistico in cui l'ex centravanti del Nantes si era appena trasferito per una somma stimata intorno ai 17 milioni di euro

Emiliano Sala ha cominciato la sua carriera in Europa al Bordeaux, grazie al Proyecto Crecer, una scuola di calcio creata dalla squadra francese in Argentina. Ha firmato a Nantes nel 2016 per un milione di euro ed ora era sul punto di trasferirsi in Galles. Sabato, aveva commentato così il suo nuovo ingaggio al Cardiff. "Sono molto contento di essere qui. Mi fa molto piacere e ho fretta di cominciare ad allenarmi, di incontrare i miei nuovi compagni di squadra e mettermi al lavoro". Ieri, era tornato a La Jonelière, il campo di allenamento del Nantes, per recuperare le ultime cose prima di cominciare una nuova vita.

"Siamo sconvolti per le ultime notizie che riguardano l'aereo con cui questa notte si sono persi i contatti nel Canale della Manica. Siamo in attesa di ulteriori conferme prima di dare altre notizie e siamo molto preoccupati per Emiliano Sala". Così ha dichiarato il direttore esecutivo del Cardiff, Mehmet Dalman.