Novak Djokovic in compagnia del comandante serbo Milan Jolovic (Ansa)
Novak Djokovic in compagnia del comandante serbo Milan Jolovic (Ansa)

Roma, 24 settembre 2021 - Il campione di tennis Novak Djokovic è finito nella bufera per una foto con Milan Jolovic, ex comandante dell’unità paramilitare 'Lupi della Drina', che ha partecipato al genocidio contro i bosgnacchi a Srebrenica, in Bosnia-Erzegovina. L’immagine, pubblicata dal sito bosniaco 'Faktor', mostra Djokovic seduto ad un tavolo accanto all’ex militare, celebre per aver salvato la vita al criminale di guerra Ratko Mladic (condannato all’ergastolo per genocidio) durante la guerra in Bosnia nei primi anni ‘90.

'Faktor' non precisa il luogo in cui è stata scattata la foto, ma si ritiene che si tratti di un ristorante dove Djokovic ha partecipato nei giorni scorsi a una festa di matrimonio. Con il campione di tennis si sono fatti fotografare anche il sindaco della municipalità di Sarajevo 'Centro', il serbo Srdjan Mandic, e il leader serbo bosniaco Milorad Dodik. Tuttavia fonti - definite attendibili a Sarajevo - avanzano dubbi e affermano che si tratti di un fotomontaggio