Un medico stremato in un ospedale malese (Ansa)
Un medico stremato in un ospedale malese (Ansa)

Washington, 22 aprile 2020 - Non c'è pace per gli States, ad oggi il Paese più colpito - per casi e per numero di morti - dalla pandemia del Coronavirus. Negli Usa sono infatti 2.731 le persone decedute con Covid nelle ultime 24 ore secondo i dati della Johns Hopkins University.  Il bilancio complessivo parla di oltre 800contagi e i decessi sono quasi 45mila (44.845). Il governo a stelle e strisce fa quadrato, mentre il presidente Trump firma un decreto per bloccare l'immigrazione per 60 giorni e lo stato del Missouri fa causa a Pechino.  Nel mondo invece, i casi accertati sono ben oltre due milioni e mezzo, e 177mila le vittime della pandemia. 

Intanto è arrivato l'ok del Senato americano a un nuovo pacchetto da 484 miliardi di dollari per interventi di emergenza anti-pandemia. Il grosso, 310 miliardi, è destinato ad andare a rimpinguare il Paycheck Protection Program il fondo destinato ad aiutare le piccole imprese a non licenziare i propri dipendenti che aveva esaurito in meno di due settimane lo stanziamento iniziale di 350 miliardi di dollari.  Nel pacchetto sono stati inseriti anche altri 60 miliardi per prestiti e finanziamenti a fondo perduto per le piccole imprese, 75 miliardi per gli ospedali e 25 per un nuovo sistema di test del Coronavirus. Inoltre, il presidente Donald Trump, ha confermato che firmerà oggi il decreto per sospendere l'emissione delle Green card per i nuovi migranti per tutelare i lavoratori americani.

Alcune decine di infermiere e infermieri del sindacato Usa National Nurses United hanno manifestato davanti alla Casa Bianca chiedendo protezioni adeguate per il personale sanitario e leggendo i nomi dei molti colleghi morti per il Coronavirus. I partecipanti indossavano la mascherina e hanno mantenuto il distanziamento sociale. "L'amministrazione Trump e il Congresso hanno fallito, per oltre sei settimane non hanno garantito la sicurezza necessaria agli operatori sanitari", hanno spiegato gli organizzatori della protesta.
image

Tutto il mondo si adatta all'emergenza, le abitudini cambiano, come in California, dove i matrimoni vengono celebrati dietro a un vetro

L'esperto Usa: "Seconda ondata potrebbe essere peggiore"

"Una seconda ondata di contagi da Covid-19 potrebbe essere ancora più disastrosa negli Stati Uniti perché coinciderebbe probabilmente con la stagione influenzale, l'inverno prossimo". Lo ha detto il direttore dell'American Centers for Disease Prevention and Control (CDC), Robert Redfield, invitando gli americani a prepararsi nei prossimi mesi e farsi vaccinare contro l'influenza.

Spagna, oltre 208mila contagi

In Spagna sono più di 208mila le persone che sono state contagiate dal Covid-19. Lo ha reso noto il ministero della Sanità di Madrid, spiegando che sono 208.389 le persone che hanno contratto il coronavirus nel Paese. Sono invece 435 persone hanno perso la vita nelle ultime 24 ore dopo aver contratto l’infezione portando così a 21.717 il totale delle vittime.

Il Parlamento spagnolo ha approvato la richiesta del governo per l'estensione del lockdown fino al 9 maggio. Il dibattito tra maggioranza e opposizione, scrivono i media locali, è stato particolarmente duro, ma alla fine la richiesta del premier Pedro Sanchez è passata con 269 voti a favore, 60 contrari e 16 astensioni. Nei piani dell'esecutivo alcune restrizioni, in particolare sulla libertà di uscire per i bambini, verranno alleggerite dal 27 aprile, ma i dettagli verranno annunciati sabato dalle autorità sanitarie.

image 

 

Germania, obbligo di mascherine in tutto il paese

In Germania l'obbligo di coprirsi naso e bocca scatta in tutto il paese. Oggi anche la città-stato di Brema ha annunciato l'obbligo di indossare una protezione sul viso a bordo dei mezzi di trasporto pubblico e all'interno dei negozi, ultima regione del paese a farlo. La decisione dovrebbe essere formalizzata venerdì ed entrare in vigore lunedì.

Gran Bretagna

Altri 759 decessi in Gran Bretagna, una settantina in meno rispetto alla nuova impennata di 823 registrata ieri. Il totale censito sale così a circa 18.100 morti, mentre i contagi diagnosticati sfiorano ora 135.000 (133.495 per l'esattezza), con curva d'incremento in flessione attorno a 4500 al giorno. I test eseguiti restano tuttavia ancora lontani dal target di 100.000 al giorno ribadito per fine mese da Dominic Raab, supplente del convalescente Boris Johnson alla guida del governo conservatore.

La famiglia di Hawking dona il suo ventilatore polmonare

La famiglia del famoso fisico britannico Stephen Hawking ha donato il ventilatore usato fino alla fine dallo scienziato all'ospedale al Royal Papworth Hospital di Cambridge. Hawking mori' nel 2018 all'eta' di 76 anni

Parigi, violenze urbane, cresce la tensione da Lockdown

Ancora timori in Francia per le crescenti tensioni in banlieue. Nove persone sono state fermate nella notte tra ieri e oggi nell'hinterland di Parigi, quarto giorno consecutivo di tensioni nella zona, dove diversi comuni sono stati teatro di violenze urbane e la scuola elementare Paul Langevin di Gennevilliers, alle porte della capitale, è stata parzialmente danneggiata da un incendio doloso.

Svizzera, quasi 1.500 morti

Sale a 28,268 (+205 rispetto a ieri) il numero di casi confermati di coronavirus in Svizzera. Secondo i dati odierni dell'Ufficio federale della sanità pubblica (Ufsp) i decessi legati al Covid-19 sono 1217 (+30). Secondo un conteggio dell'agenzia Keystone-ATS, basato sui dati dei cantoni, i decessi legati al coronavirus sono 1.490. Da ricordare che la Confederazione si appoggia invece sulle cifre fornite da laboratori e medici, il che spiega tale discrepanza

Cina, aumentano i nuovi casi importati

Aumentano i nuovi contagi in Cina, a quota trenta contro i dodici di ieri, e crescono le preoccupazioni delle autorità cinesi per i contagi provenienti dall'estero, che costituiscono oltre i due terzi dei nuovi contagi, a quota 23. I sette casi sviluppati localmente in Cina si sono verificati tutti nella provincia nord-orientale cinese dello Heilongjiang, da giorni sotto i riflettori per l'aumento di casi di contagio riconducibili a cittadini cinesi di rientro da viaggi in Russia. Harbin, il capoluogo provinciale, dove vivono circa dieci milioni di abitanti, ha operato nuove restrizioni ai movimenti per contenere la diffusione del contagio. Nei numeri forniti dalla Commissione Nazionale per la Sanita' cinese, si verifica anche una lieve crescita dei contagi asintomatici, a quota 42 contro i 37 di ieri. In totale, dall'inizio dell'epidemia, sono 82.788 i casi accertati di contagio e il numero di morti rimane fermo a quota 4.632.

Tokyo, 8 bimbi contagiati in un centro per minori

A Tokyo sono risultati positivi ai test otto bebè e bimbi piccoli ospitati in un centro di accoglienza per minori orfani e vittime di abusi. Lo ha riferito la direzione della struttura con sede nella capitale nipponica, precisando che a contagiarli è stato uno dei dipendenti del centro, ammalato dalla scorsa settimana.

Singapore, più di mille nuovi contagi

Il ministero della Sanità di Singapore ha confermato questa mattina 1.016 nuovi casi di contagio, aggiornando il bilancio complessivo a 10.141 infezioni. La maggior parte dei nuovi casi è stata registrata tra migranti lavoratori residenti in dormitori. Si tratta dello stesso gruppo di persone che rappresenta più di tre quarti del totale dei contagi nella città-stato.

Russia

In Russia si sono registrati altri 5.236 nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore, portando a 57.999 il totale delle persone contagiate. Lo ha reso noto il centro russo creato per rispondere all'emergenza coronavirus.  In merito ai decessi, le autorità russe hanno riferito di 57 morti nelle ultime 24 ore, che hanno fatto salire a 513 il totale delle vittime.
image

Iran

L'Iran registra altri 94 decessi a causa della pandemia. Il bilancio ufficiale parla ormai di 5.391 morti. Il portavoce del ministero della Sanità di Teheran, Kianush Jahanpour, ha precisato che in totale sono 85.996 i casi di Covid-19 nel Paese, 1.194 dei quali diagnosticati nelle ultime 24 ore.

India

Più di ventimila i contagi di Covid-19 confermati in India. Lo rende noto il ministero della Sanità di Nuova Delhi, spiegando che nelle ultime 24 ore si sono registrati 487 nuovi casi, portando a 20.471 il totale dei contagiati. Nelle ultime 24 ore, inoltre, sono 12 le persone morte dopo aver contratto l'infezione, così che sono saliti a 652 i decessi nel Paese.

La mappa live del contagio

FOCUS Il link per il download della app AutoCert19 per chi possiede un dispositivo mobile Apple: https://onelink.to/autocert19