Martedì 28 Maggio 2024

Bielorussia, iniziate le esercitazioni per il lancio di armi nucleari tattiche

Mosca ha consegnato a Minsk il sistema missilistico Iskander, che può trasportare armi nucleari

Minsk, 7 maggio 2024 - La Bielorussia ha avviato le esercitazioni per il lancio di armi nucleari tattiche. L’annuncio arriva dal ministro della Difesa Viktor Khrenin. "Oggi abbiamo ricevuto l'ordine dal comandante in capo delle forze armate della Repubblica di Bielorussia, il presidente Alexander Lukashenko, di condurre un'ispezione a sorpresa delle forze e dei mezzi dei portatori di armi nucleari non strategiche", si legge nella nota del servizio stampa del Ministero della Difesa bielorusso.

Approfondisci:

Soldato Usa arrestato in Russia per furto

Soldato Usa arrestato in Russia per furto
Approfondisci:

Kiev: “sventato piano russo per uccidere Zelensky”

Kiev: “sventato piano russo per uccidere Zelensky”
Vladimir Putin e Alexander Lukashenko
Vladimir Putin e Alexander Lukashenko

Una divisione del complesso tattico-operativo Iskander e uno squadrone di aerei Su-25 si stanno preparando per svolgere le missioni previste, spiega l’agenzia Tass.

Khrenin ha affermato che durante l'ispezione "verrà controllata l'intera gamma di attività, dalla pianificazione, preparazione e utilizzo di attacchi con armi nucleari tattiche".

Il presidente russo Vladimir Putin, continua l'agenzia russa, aveva annunciato il 25 marzo 2023 che Mosca, su richiesta di Minsk, dispiegherà le sue armi nucleari tattiche in Bielorussia, in modo simile a quanto fanno da tempo gli Stati Uniti sul territorio dei loro alleati. Mosca ha consegnato a Minsk il sistema missilistico Iskander, che può trasportare armi nucleari, e ha contribuito a riattrezzare gli aerei bielorussi in modo che potessero trasportare munizioni speciali. Scienziati e piloti bielorussi hanno seguito una formazione adeguata in Russia. Il 16 giugno dello scorso anno, conclude la Tass, Putin aveva detto che le prime testate nucleari russe erano state consegnate alla Bielorussia e che l'intero lotto sarebbe arrivato entro la fine del 2023. Alla fine di aprile 2024, Lukashenko ha annunciato che la Russia aveva dislocato diverse dozzine di armi nucleari in Bielorussia.