Mercoledì 24 Luglio 2024

La salute di Biden? Pelosi: “Lecito interrogarsi”. Il deputato dem del Texas: “Si deve ritirare per il bene degli Usa”

Alcuni governatori democratici avrebbero chiesto un incontro con il Presidente. E c’è il primo deputato che gli ha chiesto pubblicamente di lasciare la campagna elettorale contro Trump

Roma, 2 luglio 2024 – Prima Nancy Pelosi che dichiara “farsi domande sullo stato di salute di Biden è legittimo” e pochi minuti dopo il primo deputato, il texano Doggett, a chiedere (il primo farlo) ufficialmente al presidente degli Stati Uniti in carica e candidato alle prossime elezioni contro Trump, di fare un passo indietro. Tutto ciò dopo il confronto Tv fra Biden e Trump che ha messo in evidenza le difficoltà dell’attuale presidente Usa che ha avuto diverse esitazioni e qualche amnesia, uscendo sconfitto dal duello.

Approfondisci:

Biden, media: “Esperto di Parkinson 8 volte alla Casa Bianca negli ultimi mesi”. La replica

Biden, media: “Esperto di Parkinson 8 volte alla Casa Bianca negli ultimi mesi”. La replica
US-POLITICS-JUSTICE-BIDEN
US-POLITICS-JUSTICE-BIDEN

Non sarà una questione semplice ma le pressioni (dopo varie prese di posizione sulla stampa e il ritiro di alcuni grandi finanziatori della campagna elettorale di Joe Biden), che vorrebbero il ritiro di Biden (81 anni e diverse gaffe nel corso del suo mandato) e l’individuazione di un altro candidato alla Casa Bianca per i prossimi 4 anni, sembrano farsi sempre più pesanti.

Oggi, prima è stata la volta dell’ex speaker della Camera e figura di spicco del Partito Democratico americano che alla Msnbc ha detto è “legittimo” interrogarsi sullo stato di salute di Joe Biden. “E’ legittimo chiedersi se è stato un caso o c'è un problema”: è “legittimo” chiederselo per tutti e due i candidati. Pelosi spiega di non aver parlato con il presidente dal dibattito: “Ha avuto una cattiva serata” ma Biden ha “una visione, ha conoscenza, ha buonsenso e pensa in modo strategico” e “non dobbiamo dimenticarci” qual è la posta in gioco alla elezioni.

Approfondisci:

Biden sempre più debole, dal gobbo alle scarpe ortopediche. Così lo staff lo tiene in corsa

Biden sempre più debole, dal gobbo alle scarpe ortopediche. Così lo staff lo tiene in corsa

Parole alle quali ha fatto seguito la prima uscita pubblica di un deputato che ha chiesto ufficialmente a Biden di farsi da parte. Il deputato del Texas Lloyd Doggett chiede infatti a Joe Biden di abbandonare la corsa alla Casa Bianca. Doggett è il primo democratico a esortare pubblicamente il presidente a ritirarsi. “Dovrebbe prendere la dolorosa e difficile decisione di ritirarsi”, ha detto Doggett spiegando che la sua decisione di uscire allo scoperto “non è stata presa alla leggera e non intacca il rispetto nutrito nei confronti di Biden. Detto questo l'impegno di Biden è nei confronti del Paese e per questo chiedo che si ritiri”.

Dubbi su Biden che emergono sempre più forti proprio nelle ore in cui Trump ha incassato quella che può essere a tutti gli effetti un’importante vittoria davanti alla Corte Suprema che ha riconosciuto la possibilità di Donald Trump di invocare l’immunità per i fatti legato al suo ruolo nella rivolta di Capitol Hill all’indomani della sconfitta elettorale proprio contro Biden 4 anni fa.

Approfondisci:

Biden: decisione Corte suprema su Trump è pericoloso precedente

Biden: decisione Corte suprema su Trump è pericoloso precedente

Non solo. Alcuni governatori democratici stanno cercando un incontro con la Casa Bianca per discutere le loro preoccupazioni sul presidente Joe Biden all'indomani della sua cattiva prestazione nel dibattito tv con Donald Trump: lo ha riferito la Cnn citando diverse fonti a conoscenza delle discussioni in corso. Le preoccupazioni sono state espresse in una telefonata lunedì dal governatore del Minnesota, Tim Walz. Alla chiamata hanno partecipato solo i governatori, che si sono detti sorpresi per il fatto che nessuno di loro avesse avuto notizie dallo stesso Biden. Si è discusso anche della possibilità che la vicepresidente Kamala Harris parli con loro. I governatori, ha detto una delle fonti, temevano di rendere pubbliche le loro preoccupazioni per non complicare la situazione del presidente. Secondo la Cnn si sta definendo un incontro alla Casa Bianca, ma non è ancora stato programmato.