Venerdì 19 Aprile 2024

Cosa resta di Avdiivka, contesa dal 2014 e rasa al suolo dai bombardamenti russi

Un video mostra la città dopo i pesanti scontri degli ultimi mesi. Per Mosca un vittoria più simbolica che strategica

Roma, 18 febbraio 2024 - La battaglia per la conquista di Avdiivka è iniziata, si può dire, iniziata il 10 ottobre 2023, e in circa 5 mesi di aspri combattimenti la città è caduta in mano alle forze russe, che hanno costretto al ritiro l'esercito ucraino. Della città a soli 9 chilometri dai sobborghi di Donetsk non resta molto, come mostrano le immagini riprese da un drone che ha sorvolato il centro martoriato da bombardamenti quasi ininterrotti nel periodo di maggiore intensità della battaglia.

Avdiivka distrutta da mesi di bombardamenti
Avdiivka distrutta da mesi di bombardamenti

Ma Avdiivka, 32 mila abitanti prima dell'Operazione speciale di Putin, è dal 2014 che si muore: infatti come conseguenza della famosa rivoluzione "Euromaidan" si erano autoproclamate repubbliche popolari di Donetsk e di Lugansk, che la conquistarono nel 2017 dopo aspri combattimenti, per poi cederla nuovamente alle truppe di Kiev dopo 4 mesi.

Da allora Kiev l'ha ricostruita come una fortezza, punto di forza ucraino per colpire i ribelli del Donetsk. Intanto la città si era svuotata: solo 2 mila abitanti ci vivevano ancora, perlopiù anziani. E proprio tre giorni prima dell'invasione delle truppe di Mosca i filo-russi avevano già iniziato a bombardarla. Insomma anni di bombe, ricostruzione, poi ancora bombe, hanno lasciato un tragico spettacolo in città. Mosca non ha risparmiato su mezzi e uomini per prendere Avdiivka, ma resta una vittoria più simbolica che strategica.

Dal 10 ottobre scorso il Cremlino ha lanciato una massiccia offensiva. Per mesi le sorti della battaglia sono state in bilico, poi lo scarseggiare dei rinforzi per gli ucraini (Forse dovuto al ritardo negli aiuti militari attesi dagli Usa) e il costante e massacrante bombardamento russo, hanno cambiato l'esito dello scontro. Secondo le forze ucraine i russi hanno sfoderato il meglio del loro arsenale scagliando contro la città bombe intelligenti, droni e missili balistici. Negli ultimi giorni, al vacillare della linea difensiva ucraina, Mosca ha sganciato su Avdiivka circa 250 bombe ad alto potenziale distruggendo le fortificazioni nemiche. Sul web non sono mancati i video sugli scontri nella città contesa: impressionante il rumore della battaglia in città, udita da lontano dai rinforzi ucraini che avrebbero dovuto raggiungerla, e rimasti ammutoliti ad ascoltare gli infernali tuoni.

Comunque anche Mosca, secondo Kiev, ha pagato caro la conquisata della città con la perdita di oltre 50.000 soldati e più di 1.300 unità di equipaggiamento militare, recita il resoconto amaro di Oleksandr Tarnavsky, comandante delle truppe 'Tavria' schierate nel settore.