Venerdì 21 Giugno 2024
Libero Stracquadanio
Elezioni

Come si vota alle elezioni europee in Italia: le regole

Sulla propria scheda il cittadino troverà l'elenco dei partiti in corsa nella sua circoscrizione, suddivisi su tre colonne

Le elezioni europee si avvicinano. L'8 e 9 giugno 2024 gli elettori di tutta Europa si recheranno alle urne per rinnovare il parlamento di Strasburgo. In Italia sarà possibile esercitare il proprio diritto di voto dalle 15 alle 23 di sabato 8 giugno e dalle 7 alle ore 23 di domenica 9 giugno. L’Italia eleggerà 76 parlamentari, designati in proporzione alle preferenze ricevute all’interno delle liste dei partiti che supereranno la soglia di sbarramento del 4%.

Approfondisci:

Elezioni europee 2024: quale partito voto? Chi mi rappresenta? Il ‘Navigatore politico’ per orientarsi

Elezioni europee 2024: quale partito voto? Chi mi rappresenta? Il ‘Navigatore politico’ per orientarsi

Una volta in cabina?

Sulla propria scheda il cittadino troverà l'elenco dei partiti in corsa nella sua circoscrizione, suddivisi su tre colonne. A quel punto basterà barrare il partito al quale si intende dare il proprio voto. In Italia è inoltre concesso di usufruire del voto di preferenza, che concede agli elettori di esprimere fino a un massimo di tre preferenze nella stessa lista. Questi candidati dovranno però essere di sesso diverso. Nel caso in cui i nomi indicati siano tutti e tre dello stesso sesso, saranno annullati il secondo e il terzo voto di preferenza.

Elezioni, schede elettorali, voto (foto archivio Ansa)
Elezioni, schede elettorali, voto (foto archivio Ansa)

Per esprimere le preferenze servirà scrivere il cognome del candidato. Nel caso di omonimia di cognome tra più candidati, l’elettore sarà costretto a scrivere per forza il nome e il cognome e, se necessario, anche la data di nascita del candidato. In alcuni casi, infine, se il candidato o la candidata avranno indicato uno pseudonimo ci si potrà riferire a lui anche solo semplicemente scrivendo sulla scheda lo pseudonimo. Ad esempio “Elly” per Elena Schlein e “Giorgia” per Giorgia Meloni.

Approfondisci:

Verso le Elezioni europee. Qual è lo Stato che ti rappresenta di più? Scoprilo con Atlante Europeo

Verso le Elezioni europee. Qual è lo Stato che ti rappresenta di più? Scoprilo con Atlante Europeo

Le circoscrizioni

L'Italia alle elezioni Europee è tradizionalmente suddivida in cinque circoscrizioni di dimensione sovraregionale: Nord Occidentale, Nord Orientale, Centrale, Meridionale e Insulare. In base alla circoscrizione, la scheda cambierà colore ma l'impostazione grafica sarà uguale in tutto il paese. Nella circoscrizione dell'Italia Nord Occidentale (Piemonte, Valle d'Aosta, Liguria, Lombardia) il colore della scheda sarà il grigio. Per la circoscrizione dell'Italia Nord Orientale (Veneto, Trentino-Alto Adige, Friuli-Venezia Giulia, Emilia Romagna) il colore scelto è il marrone. Rosso rubino quello della circoscrizione elettorale dell'Italia centrale (Toscana, Umbria, Marche, Lazio). Arancione invece per la circoscrizione elettorale dell'Italia Meridionale (Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria) e infine il rosa, per la circoscrizione elettorale dell'Italia Insulare (Sicilia, Sardegna).

Documento e tessera elettorale

Per poter esercitare il proprio voto, oltre ad aver già compiuto 18 anni, sarà necessario portare con sé al proprio seggio un documento di riconoscimento valido oltre la propria tessera elettorale. Chi si accorgerà di avere smarrito la tessera elettorale potrà richiederne un duplicato anche nel giorno stesso del voto presentandosi senza prenotazione agli uffici elettorali del proprio Comune.

Approfondisci:

Elezioni regionali in Piemonte 2024: data, candidati e scheda. La guida al voto

Elezioni regionali in Piemonte 2024: data, candidati e scheda. La guida al voto