Passeggeri in partenza per le vacanze pasquali all’aeroporto di Malpensa
Passeggeri in partenza per le vacanze pasquali all’aeroporto di Malpensa
di Achille Perego Dopo una Pasqua blindata per le vacanze, tranne i viaggi all’estero con tamponi e quarantena al rientro – misure che hanno frenato le partenze ma non i segnali incoraggianti di ripresa dei voli con 20mila passeggeri ieri tra Linate e Malpensa e una media di 12mila in questi giorni a Fiumicino – gli italiani guardano con fiducia all’estate. E così vaccini e voglia di vacanze avrebbero fatto partite le prenotazioni per la prossima estate e...

di Achille Perego

Dopo una Pasqua blindata per le vacanze, tranne i viaggi all’estero con tamponi e quarantena al rientro – misure che hanno frenato le partenze ma non i segnali incoraggianti di ripresa dei voli con 20mila passeggeri ieri tra Linate e Malpensa e una media di 12mila in questi giorni a Fiumicino – gli italiani guardano con fiducia all’estate. E così vaccini e voglia di vacanze avrebbero fatto partite le prenotazioni per la prossima estate e con un boom di richieste di seconde case in affitto. Ma anche da acquistare tanto che, spiega Fabiola Megliola, responsabile dell’Ufficio Studi Tecnocasa, il mercato ha visto nell’ultimo anno un aumento dell’1,5-2% di compravendite e la tenuta dei prezzi con rialzi del 2,1% nelle Marche, dello 0,5% in Emilia Romagna e circa l’1% sui laghi lombardi, a partire dal Garda. A confermare il desiderio di andare in vacanza è il sondaggio di Airbnb, la piattaforma online degli affitti brevi, secondo cui due italiano su 2 (51%) ha già fatto ricerche per una prenotazione, pianificato le vacanze estive o comunque si ripromette di farlo subito dopo Pasqua. E se gli over 55 sono quelli ancora più freddi (il 61% non ci ha ancora pensato), pronti già a partire sono i giovani tra i 25 e i 34 anni.

L’estate 2021, rivela il sondaggio, vede al primo posto la vacanza di prossimità e l’Italia con il mare sardo e pugliese, ma anche Sicilia, Toscana e la Riviera Adriatica. L’effetto pandemia ha fatto riscoprire le case. Meglio se indipendenti, spaziose e con terrazzi o giardini. Con località, da Forte dei Marmi a Riccione alla Costa Smeralda, dove si parla già di tutto esaurito. Con un’inevitabile pressione sui canoni che per ora, secondo gli operatori, sarebbero stabili (da 300-400 a oltre mille euro a settimana a seconda di periodo e località per un bi-trilocale) ma potrebbero crescere prima dell’estate. Alla quale guarda con fiducia il mondo degli hotel e dei viaggi organizzati.

"Già da febbraio – conferma Stefano Dall’Ara, vice presidente della Federazione turismo organizzato sono partite le richieste di informazioni e ora stanno iniziando le prenotazioni, con in testa il mare Italia. Ma anche mete come la Grecia che sta riaprendo e la Spagna che non ha mai chiuso. La ripresa del turismo passa anche da frontiere aperte per chi parte e per chi viene in Italia".