Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
27 mag 2022

Tasse e Covid: nel 2020 il gettito Irpef è calato meno del Pil

Secondo l'Osservatorio sui conti pubblici, la base imponibile sottratta alle imposte sulle persone fisiche è pari a 285 miliardi, dei quali 200 miliardi dovuti all'evasione e 85 a regimi fiscali agevolati

27 mag 2022
michele zaccardi
Economia
MODELLO 730/2004 TASSE IMPOSTE CONTRIBUTI PACCHI
Tasse, Irpef (Imagoeconomica)
MODELLO 730/2004 TASSE IMPOSTE CONTRIBUTI PACCHI
Tasse, Irpef (Imagoeconomica)

A due anni di distanza siamo in grado di valutare l’impatto della pandemia anche per quanto riguarda le tasse. E così, andando a vedere le dichiarazioni dei redditi relative al 2020, si scopre che il gettito Irpef è calato molto meno rispetto al Pil: 2,2% contro una contrazione dell’economia del 7,8%. A fare i calcoli è l’Osservatorio sui conti pubblici (Ocp) che in una nota ricostruisce l’effetto del Covid sulle tasse pagate dagli italiani. Il fatto che il gettito sia sceso meno del Pil, spiega l’Ocp, dipende dalle misure varate dal governo. “L’utilizzo straordinario di sostegni durante l’emergenza pandemica” ha attenuato “il calo del reddito disponibile delle famiglie, sceso solo del 2,8%”. Nello stesso periodo, infatti, le prestazioni sociali sono aumentate del 9,5%. A frenare la caduta del gettito Irpef sono stati i sostegni a favore dei lavoratori dipendenti, in particolare quelli erogati con la Cassa integrazione che sono assoggettati all’Irpef, al contrario degli aiuti destinati alle partite Iva, che sono invece esclusi dalla base imponibile. Gli autonomi, poi, contano poco nel complesso, anche perché chi ha ricavi inferiori ai 65mila euro può aderire al regime forfettario che è sostitutivo dell’Irpef. Le partite Iva rappresentano perciò solo il 9% della base imponibile Irpef, mentre i dipendenti il 53% e i pensionati il 31,3% (il cui reddito è aumentato del 2,4%). C’è poi il tema della distribuzione: il Covid ha influito su questo aspetto? A guardare i dati sembrerebbe di no. “Il reddito medio è diminuito solo dell’1,1% (da 21.800 a 21.570 euro)” mentre “contrariamente a quanto ci si potrebbe aspettare, la pandemia sembra aver avuto un effetto modesto sulla distribuzione dei contribuenti per fasce di reddito”. Lo scostamento più importante rispetto al 2019 ha riguardato i contribuenti compresi nella forchetta 0-20mila euro, aumentati dello 0,9%. Specularmente sono diminuiti dello 0,8% ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?