di Achille Perego

Si allunga, con Bper Banca e UnipolSai, l’impegno di banche e assicurazioni per favorire l’utilizzo del Superbonus al 110% per l’efficientamento energetico e gli interventi antisismici sugli edifici con il ricorso alla cessione del credito d’imposta e finanziamenti ad hoc per il provvedimento deciso dal governo per rilanciare il settore dell’edilizia e migliorare il patrimonio immobiliare italiano nel segno del risparmio energetico e della sicurezza. Nei giorni scorsi il gruppo bancario modenese ha annunciato la disponibilità presso le filiali di Bper Banca dei nuovi prodotti di finanziamento per privati e imprese che usufruiscono di Ecobonus 110% e Sismabonus 110%. Si tratta delle agevolazioni fiscali previste dal recente Decreto Rilancio, ora convertito in legge, che aumenta al 110% la detrazione fiscale per le spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021 (ma il governo ha già annunciato la disponibilità ad allungarne il periodo) per specifici interventi su immobili residenziali in ambito di efficienza energetica, interventi antisismici, installazione di impianti fotovoltaici o infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici.

Bper, oltre a essere disponibile all’acquisto del credito d’imposta (al 102% per privati, condomini e terzo settore e al 100% per le imprese), mette a disposizione la possibilità di una copertura finanziaria. In particolare: per le imprese un’apertura di credito per anticipo ordinicontrattifatture. E per i privati un anticipo di liquidità per il finanziamento delle spese sostenute.

Le linee di credito dovranno essere utilizzate per pagare gli interventi che danno diritto ai benefici fiscali e nei limiti massimi dell’importo del credito fiscale ceduto. Le somme derivanti dalla cessione del credito fiscale dovranno essere utilizzate per rimborsare la linea di credito concessa. Bper Banca offre inoltre la possibilità di abbinare una vasta gamma di coperture assicurative in collaborazione con le compagnie del gruppo UnipolSai, una consulenza tecnica, fiscale e di supporto per usufruire delle agevolazioni previste dal Decreto Rilancio, nonché la gestione del relativo iter amministrativo, grazie alla partnership con PwC TLS.

"Abbiamo studiato con scrupolosità le ultime agevolazioni fiscali introdotte nel nostro ordinamento: rappresentano ottime opportunità per famiglie e imprese che possono mettere in sicurezza o migliorare l’efficienza energetica di molti edifici – spiega Pierpio Cerfogli (nella foto tonda a sinistra), vice direttore generale e Chief business officer di Bper Banca -. Noi abbiamo studiato una gamma di offerte specifiche che aggiungono ulteriori vantaggi a quelli previsti dalle nuove norme. I nostri consulenti sono preparati per trovare la soluzione più appropriata per ogni singolo cliente".

In campo per il Superbonus al 110% è scesa, sempre nei giorni scorsi, anche UnipolSai. Il gruppo leader nazionale nel business assicurativo Danni (che fa capo a Unipol, primo azionista di Bper Banca con circa il 20%) offre il 102% ai proprietari di immobili e alle ditte interessate dai lavori di riqualificazione. Basta rivolgersi alla rete di 2400 agenzie UnipolSai per avviare l’iter di accesso al superbonus che sarà operativo dal 15 ottobre. Contestualmente alla cessione del credito, il gruppo propone anche un‘ampia gamma di soluzioni assicurative a copertura dell’immobile oggetto dell’intervento e della fase di esecuzione dei lavori, garantendo sia il proprietario che l’impresa.

"La spinta economica del nostro Paese, duramente colpito dal Covid-19, passa anche dal Decreto Rilancio – sottolinea Giovanna Gigliotti, direttore tecnico e sinistri di UnipolSai -. La nostra compagnia vuole essere a fianco del rilancio ed è convinta che il superbonus possa essere uno strumento rilevante per la crescita, accelerando un processo di sostenibilità e rinnovamento strutturale delle milioni di abitazioni presenti sul territorio nazionale e generando benefici anche al settore edile ed alla sua filiera. Gli agenti UnipolSai anche questa volta avranno un ruolo fondamentale".