Venerdì 14 Giugno 2024

La casa solidale che rinasce a Napoli grazie al social bond

La casa solidale  che rinasce  a Napoli grazie  al social bond

La casa solidale che rinasce a Napoli grazie al social bond

CHI HA DETTO che la finanza non ha un cuore? Con i social bond anche il freddo mondo dei banchieri finisce per avere un anima. Soprattutto quando il risparmio finisce per creare storie che nascono dove meno te le aspetti. Come quelle che trovi fra i vicoli seicenteschi e le case "sgarrupate" dei Quartieri Spagnoli, cuore ferito a morte della Napoli che cerca di trovare, palmo dopo palmo, la strada per il rilancio e la normalità. È proprio qui che, un po’ a sorpresa, la finanza incontra il sociale, i forzieri delle banche diventano tesori di solidarietà, grazie ai cosiddetti "social bond". Se poi tutto questo mette insieme un istituto di credito del profondo nord, la Guber Banca di Brescia e una fondazione, Foqus, insediata da anni nei quartieri spagnoli, il miracolo è addirittura doppio. Retorica? No.

Per credere e toccare con mano è sufficiente incamminarsi in via del Formale, a ridosso di Piazza Carità, nel ventre del centro storico più grande del mondo. E, con pazienza, salire le vecchie scale che portano all’attico di 200 metri quadri con un terrazzo mozzafiato che abbraccia la città. Un tempo, qui, viveva Anna Terracciano, "o mascolone", sorella di uno dei boss della camorra della zona. L’appartamento era finito nella lunghissima lista dei beni confiscati ai clan, e con il tempo, abbandonato a sé stesso, si era trasformato in un rudere. Perfino le ringhiere dei balconi erano state divelte e portate via. Fra pochi mesi fra quelle stesse mura di tufo, ci saranno ragazzi con disabilità cognitive che qui, insieme con gli operatori sociali, cercheranno di trovare la strada per diventare autonomi, socializzare e, perché no, formarsi e trovare lavoro. "Innovare significa sperimentare nuovi modelli di intervento per produrre cambiamento spiega Renato Quaglia, direttore di Foqus –Fondazione Quartieri Spagnoli –. Grazie alla visione e all’innovazione finanziaria di Guber Banca faremo partire un progetto condiviso da una comunità ampia, nazionale, accomunata dalla consapevolezza che ognuno ha diritto di trovare il proprio posto nel mondo". Il progetto si chiama "Casa Comune", ed è stato ideato e realizzato da Foqus-Fondazione Quartieri Spagnoli, Consorzio Co.Re. e Associazione Quartieri Spagnoli, riuniti in un’Associazione temporanea d’impresa (Ati), alla quale è stato assegnato dal Comune di Napoli il bene confiscato.

Ma è innovativa soprattutto la modalità di finanziamento dei lavori di ristrutturazione, che partiranno fra qualche giorno. Infatti, nel febbraio 2022, Guber Banca, banca privata con sede a Brescia, ha lanciato, su iniziativa di Fondazione Etica e Fondazione Foqus, il suo primo conto deposito vincolato dedicato a un progetto di innovazione a impatto sociale. "Tra i ruoli dell’attività bancaria rientra la creazione di valore economico, sociale e relazionale per il territorio attraverso il sostegno di progetti ad alto valore per la comunità – commenta Francesco Guarneri (nella foto piccola in basso), amministratore delegato di Guber Banca – C’è una vulgata che considera gli istituti di credito come soggetti “cattivi“, tesi solo al profitto. Invece anche le banche, per così dire, hanno un’anima. E con i social bond riusciamo a mettere insieme l’utile con il sociale". Non è, insomma, semplice beneficenza. "Sono iniziative che possono davvero imprimere un cambiamento in contesti sociali difficili. L’importante, forse, è che non siano episodici o fondati sulla buona volontà dei singoli. C’è tanto spazio per farli crescere".

Prendendo spunto dai "titoli di solidarietà" introdotti dalla legge 106 del 2016, Guber Banca ha deciso di offrire ai risparmiatori privati la possibilità di aprire un conto vincolato a 18 mesi, la cui remunerazione è doppia: da un lato, un tasso di interesse riconosciuto al cliente, dall’altro, il contributo concreto alla realizzazione del progetto napoletano. Oltre agli interessi maturati dal singolo cliente sul conto deposito, Guber Banca si impegna a versare un ulteriore 0,50% annuo delle somme vincolate per la realizzazione della Casa Comune a Napoli, ricevendo un’ampia adesione della sua clientela al progetto. Un ponte ideale Nord-Sud nel segno della solidarietà e della sostenibilità.

Nell’iniziativa anche l’esperienza e il supporto di Fondazione Etica, da tempo impegnata nella valorizzazione del risparmio in programmi di impatto sociale. I locali ospiteranno i ragazzi di Argo, centro di abilitazione diurno per bambini, ragazzi e adulti con disabilità cognitive, promosso da Foqus nel 2016. La Casa Comune rappresenta la naturale evoluzione dell’esperienza del Centro Argo: nei nuovi locali, gli ospiti, seguiti da operatori qualificati, potranno sperimentare forme di progressiva autonomia dal contesto familiare e un graduale inserimento nel mondo produttivo. Un’esperienza di vita autonoma che assumerà anche una dimensione lavorativa, in quanto i giovani ospiti saranno protagonisti di un progetto di produzione di tavolette e pasticceria di cioccolata. Infine il progetto prevede anche l’offerta di week-end di accoglienza per operatori sociali di altre città, che potranno fare visite guidate alla Napoli Solidale e alle più significative realtà del Terzo settore impegnate a Napoli.