Al termine della procedura congiunta per l’esercizio del diritto di acquisto delle azioni di Creval e dell’adempimento dell’obbligo di acquisto, Crédit Agricole Italia (nella foto l’ad Giampiero Maioli) è arrivato al 100% del capitale dell’istituto e, di conseguenza, Borsa Italiana ha disposto la revoca dalla quotazione a partire da ieri.

Pertanto, la banca valtellinese non è più soggetta alla disciplina applicabile alle società quotate relativa in particolare alla partecipazione alle assemblee. Così segnala Crédit Agricole a proposito dell’assemblea di Creval convocata il 18 giugno per il rinnovo del Cda per il triennio 2021-2023.